LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LAQUILA - La memoria e la speranza
AVANTI 6 aprile 2010

Centoquaranta opere d'arte da adottare provenienti dalle chiese danneggiate dal sisma dello scorso 6 aprile all'Aquila ora ospitate dai Musei Vaticani ed esposte, insieme ad altre 40 gi restaurate, nella mostra La memoria e la speranza. Tra queste ultime anche la Madonna con Bambino di Saturnino Gatti danneggiata durante la mostra del G8 e restaurata dall'istituto Superiore del Restauro a spese del ministero dei Beni culturali. Un'operazione - spiega Sante Guido, uno degli organizzatori - che serve a raccogliere fondi per questo abbiamo voluto risparmiare anche sull'allestimento usandone uno preesistente. Sono opere adottabili', tutti possono sceglierne una dal catalogo. Si tratta di oggetti che provengono dalla cattedrale de L'Aquila, dall'Abbazia di Santa Maria di Collemaggio, dal Convento di San Giuliano dal 1415 prima sede abruzzese del Movimento dell'Osservanza diffuso da San Bernardino da Siena, dal Convento e dalla Basilica di San Bernardino. Sono esposti, pissidi, ostensori, turiboli, calici e ampolline, croci processionali, reliquie, uno stendardo con l'effige di San Francesco d'Assisi; tutto il corredo dei ministri per celebrare i riti della chiesa cattolica. La mostra si conclude con un filmato sulle chiese de L'Aquila, come erano e come sono adesso dopo il terremoto, che termina con la Messa celebrata da monsignor Giuseppe Molinari, arcivescovo del capoluogo abruzzese, all'interno della chiesa dell'Anime Sante, chiesa diventata il simbolo della devastazione dello scorso 6 aprile. Sono opere d'arte che a noi aquilani ricordano la nostra storia civile ma soprattutto quella religiosa - spiega monsignor Molinari - Una storia fatta di fede. Tutti in questa triste occasione del terremoto hanno ammirato il popolo abruzzese per la dignit e la fede che hanno dimostrato. Questa mostra ci fa capire che non siamo soli e che saremo aiutati a ricostruire la nostra citt. La mostra, che rimarr fino al 31 maggio ai Musei Vaticani, sar visitata da circa 18.120 mila persone che ogni giorno in occasione delle vacanze pasquali si recheranno presso i musei. Ognuno di loro potr indicare l'opera da adottare e quindi da recuperare. bello che le opere religiose dell'Aquila vengano dentro la sede della Chiesa Universale - afferma Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani-. Le arti minori sono quelle che normalmente si perdono, rimangono archiviate fino ad offuscarsi perdendosi cos il tessuto connettivo di un popolo. Certo le tele importanti, le opere pi prestigiose verranno sicuramente restaurate ma chi provveder a queste minute testimonianze religiose della storia di un popolo? . E consolante vedere come queste opere in mostra abbiano lasciato le sedi in cui erano state accolte dopo il terremoto per essere ospitate tra le braccia di questo museo, riflette Anna Imponente che all'epoca del sisma era sovrintendente dell'Aquila, fu lei a scoprire la catastrofe la mattina seguente a quella terribile notte: Sono bastati pochi secondi - dice - per smembrare intere collezioni . Un evento sorprendentemente analogo a quello del 1703 - afferma Anna Maria Reggiani, sovrintendente regionale d'Abruzzo -. Questo dimostra come sia stato fatto poco per la prevenzione. Se nei decenni passati si fosse messa in pratica una politica pi oculala - aggiunge - ci saremmo risparmiati tanti dolori . L'Italia - aggiunge Reggiani - non aveva avuto dimestichezza con il territorio abruzzese fino al giorno del terremoto. In questa triste occasione invece, tutti hanno conosciuto il popolo abruzzese, le sue opere d'arte, le potenzialit del territorio. Ora necessario che questa comunit, attaccata alla sua terra e alle sue radici, si apra al resto del mondo per potersi ricostruire. Da qui il senso ed il valore di questa mostra che dar visibilit le opere abruzzesi a tutti i visitatori di questo museo. Intanto, per il futuro - conclude - tutti stiamo cercando di portare l'Aquila alla bellezza precedente.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news