LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RICOSTRUZIONE - L'AQUILA - Lerrore di creare nuove periferie. Lillusione "New town"
PIER LUIGI CERVELLATI
GIOVED, 08 APRILE 2010 LA REPUBBLICA






Ricostruire una casa o un palazzo, anche se sono storici abbastanza facile. Bisogna conoscere le regole e i sistemi costruttivi. Si sempre fatto: dopo le catastrofi; quando si vuole trasformare una casa in palazzo o in un altro fabbricato pi grande, pi solido e una volta, si diceva, pi bello. Poi sempre pi spesso la ricostruzione servita per fare maggiori guadagni. Ricostruire una citt invece molto, ma molto difficile. Quasi impossibile. Quando una citt diventa macerie e rovine, ci si illude di poterla ricostruire facendone (come si deciso di fare allAquila) una nuova.
Nuove saranno le case, magari bellissime, spaziose, ma la citt non c; si solo allargata la periferia. Periferia che disperdendosi nel territorio cancella la citt, come appunto nel caso dellAquila dopo il terremoto dellanno scorso. Si fatto tanto, ma la citt non stata restituita ai suoi abitanti e chiss quando lo sar. Una citt non fatta solo di case e di abitanti. La citt rappresenta una comunit. Con i suoi "valori", la sua memoria, le sue tradizioni, la sua identit. Il suo futuro. C solidariet e conflittualit. C "vita", come direbbe un antropologo saggio e un poco retorico.
La citt un bene comune. Appartiene alla collettivit. La casa di chi la abita. Se la citt finisce di essere tale perch si pensa di migliorarla con una "new town" non c ricostruzione possibile. La ricostruzione di case e chiese, palazzi e monumenti, strade e piazze per restituire la citt come bene comune, devessere prioritaria, perch la citt prima di ogni altra cosa storia e cultura, lavoro e natura di chi ci vive.
Dispersa nella campagna la citt non esiste pi. Non confondiamo e non solo allAquila, la periferia, lo "sprawl" urbano (vale a dire la dispersione delle abitazioni), per citt. Neppure barattiamo le new town quale esempio di moderna ricostruzione. Prima ancora che le new town riescano a diventare citt saranno vecchie e obsolete. E da demolire. Forse allora si riuscir a restituire-ricostruire la citt: ricostruire i suoi rapporti e quel senso di civile responsabilit che la dispersione periferica dellurbanizzato ha distrutto.
Gli esempi stranieri, anche quando si riferiscono a grandi metropoli, vanno in una direzione diversa, se non opposta. Negli ultimi cinquantanni Los Angeles, Chicago, Tokyo si sono ricostruite su s stesse. Un identico fenomeno ha investito le grandi citt cinesi. Gli abitanti sono cresciuti a dismisura, in qualche caso sono triplicati in un numero limitato di decenni. Ma, appunto, la ricostruzione avvenuta sul gi costruito e cos i nuovi organismi, pur completamente cambiati, hanno mantenuto la stessa struttura. Per esempio, Tokyo rimasta una citt di citt. In parte anche Los Angeles ha riprodotto il proprio sistema formativo.
Da noi avvenuto il contrario. Dal centro della citt si sono staccate le periferie, che sono rimaste corpi separati. Periferie cerano anche a LAquila. E, prima delle periferie, cera una sistema fondato su un centro molto prestigioso e su alcune decine di frazioni. Con le new town non c nessuna ricostruzione, ma solo la costruzione di una citt fatta solo di periferie. Il resto sono macerie.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news