LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ASSISI - com'era luce quella pittura
RAFFAELLA DE SANTIS - curatore del progetto Giuseppe Basile
GIOVED, 08 APRILE 2010 LA REPUBBLICA




Dopo la Cappella degli Scrovegni a Padova, anche la Basilica di Assisi apre il cantiere del restauro al pubblico. I visitatori potranno salire sui ponteggi e ammirare da vicino le decorazioni murarie della Cappella di San Nicola. Il curatore del progetto I colori di Giotto, che si svolger dall11 aprile al 5 settembre, Giuseppe Basile, da anni impegnato nella conservazione degli affreschi giotteschi.
Da che nasce lidea di aprire il cantiere ai visitatori?
Vogliamo permettere al pubblico di seguire i primi interventi di restauro delle pitture di San Nicola. Sar un lavoro visitabile dai ponteggi. A Padova, quando lavoravamo alla Cappella degli Scrovegni, vennero 27 mila persone.
Qual al momento lo stato di conservazione degli affreschi?
Siamo impegnati da anni nellopera di conservazione della Basilica. Dal 1963 al 1983 c stata la prima campagna di restauro, alla quale sono seguiti interventi di controllo e manutenzione. Il terremoto del 97 non ha danneggiato gravemente le storie francescane. I danni maggiori furono alla volta. Ma bisogna continuare a vigilare.
Il restauro ci restituir i colori di Giotto?
Impossibile. Nessun intervento ripristina lo stadio originario, ma dato che tutti abbiamo la curiosit di sapere comera un capolavoro quando uscito dal pennello dellartista, a Palazzo del Monte Frumentario sar allestita una mostra con la ricostruzione delle Storie francescane della Basilica superiore come dovevano essere in origine. Ci saranno 27 pannelli che mostrano i colori di Giotto, i bianchi di biacca, lazzurro, il rosso cinabro, le dorature.
Come siete arrivati a ricostruire il cromatismo delle pitture?
Attraverso indagini scientifiche e una ricognizione con luci radenti e lampade fosforescenti che ci hanno fornito informazioni sui pigmenti usati da Giotto. In alcuni casi, come per la Canonizzazione di Francesco, ci siamo per astenuti perch la pittura era troppo rovinata e lelaborazione digitale era dubbia.
Perch coinvolgere il pubblico in questo work in progress?
Per far conoscere Giotto da vicino e anche perch il confronto tra il prima e il dopo, tra i colori di Giotto come sono e come erano, pu servire a sensibilizzare sui rischi dellusura del tempo e sulla necessit della prevenzione e della conservazione.
Sono stati fatti molti errori in passato?
Negli anni passati il rapporto con lopera darte non era certo come quello attuale. Sulle Storie francescane abbiamo raccolto ottanta chili di polvere. Capitava anche che il sacrestano di turno pulisse gli affreschi con lo scopone di saggina. Cos poteva succedere che spazzasse via qualche sottilissima foglia doro. E allora addio dorature.



news

24-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news