LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gillo Dorfles. Centanni, ma non ditelo in giro
SABATO, 10 APRILE 2010 IL TIRRENO

Gillo Dorfles festeggia sobriamente un secolo di vita e si racconta con ironia



La Toscana? la mia seconda casa. Le auguro di restare comera nel Rinascimento, e di non rovinare il suo paesaggio

MARIA MEINI

Lironia, la passione, lo studio. Cento anni eccezionali, quelli che Gillo Dorfles, grande critico darte, scrittore e pittore, ogni anno ospite per mesi della Toscana, si appresta a compiere luned 12. Ma senza candeline, n feste, con una sobriet e uneleganza daltri tempi. Labbiamo intervistato.
Professore, in questi ultimi tempi abbiamo avuto la possibilit di conoscere la sua attivit per intero, non solo come critico estetico ma anche come artista, grazie alle esposizioni dei suoi quadri a Milano. Come vive questa sua seconda vita?
Sono felice che Palazzo Reale, a Milano, abbia avuto il coraggio di dedicarmi una mostra antologica, cosa che finora non era mai successa, nonostante io abbia sempre alternato le due attivit, quella critica e quella artistica. Ma purtroppo non si accettano le due cose insieme: o sei un grande scrittore o un estetologo, o sei un pittore o sei un critico, questa la vox populi, e non solo del popolino.
Succede solo in Italia?
No, succede un po ovunque, ma in Italia di pi, perch in Italia si d unetichetta alla persona, e poi difficile superarla.
Lei si sente pi artista o pi critico?
E difficile dirlo; mi sentirei pi artista se fossi riconosciuto come artista.
Professor Dorfles, lei riconosciuto come il pi grande critico vivente, come valuta lo stato di salute della critica darte oggi?
Larte oggi non pi categorica, non ci sono delle regole fisse come un tempo. Per questo, spesso la critica imbarazzata, a volte soffre di una mancanza di apertura.
E larte invece?
Larte in ottima salute. Imbarazzarsi per Cattelan da sciocchi, perch anche le sue creazioni sono arte, rientrano appieno nelle forme darte.
Se dovesse fare una classifica, quale forma darte metterebbe al primo posto oggi?
Architettura e musica sicuramente sono in salute pi che letteratura e pittura. Ma anche per ragioni pratiche, prch larchitettura ha un ruolo funzionale, diretto, in linea con la nostra societ.
Quali sono i pi grandi architetti secondo lei?
Piano, Botta in Italia, per non parlare dellestero, con Frank Gehry...
Professore, lei insegna estetica, ha scritto testi di riferimento su questa materia. Se dovesse spiegare al di fuori dellambito accademico che cos e a che cosa serve lestetica cosa direbbe?
Lestetica ha una funzione di primordine, perch la filosofia dellarte, la spiegazione fisiologica e diciamo pure psicologica dellarte.
Il suo ultimo libro si intitola Fatti e fattoidi, dove per fattoidi lei intende una sorta di mistificazione della realt. Ma come si fa a riconoscerli?
Oggi ce ne sono tante di situazioni del genere, il fattoide la messa in guardia dalla falsificazione. Il fattoide non un vero falso, alimentare piuttosto che filosofico. un fatto falsificato. Sta allacutezza di chi ascolta, di chi guarda scoprirli. Non c una regola fissa che si pi insegnare.
Ma cose si fa a difendersi, con una preparazione culturale adeguata ad esempio, con la lettura, la comparazione dei fatti rappresentati?
Bisogna stare tutti in guardia, verificare.
Fatti e fattoidi parla di falsoidi non solo nellarte e nella cultura, ma anche nella politica.
Questo meccanismo rientra in pieno nel campo politico. Il pubblico deve stare attento di fronte a un partito o a un uomo politico, attento a non farsi trascinare da falsi politoidi.
Ci pu fare qualche esempio? Dei nomi?
Assolutamente no, se facessi dei nomi mi metterebbero in prigione (ride, ndr)
Addirittura? E daccordo allora con chi dice che il periodo in cui viviamo una sorta di fascismo?
No, il periodo attuale completamente diverso dal passato. Non ci sono analogie col passato.
Che cosa pensa del nostro futuro prossimo? Riusciremo ad uscire dalla crisi? Vuole fare una previsione?
Sono ottimista per natura, lo sono sempre stato anche se poi i fatti posono smentirmi, penso che le persone prima o poi riusciranno a chiarire le proprie idee, le proprie cose
Dopo le recenti elezioni regionali, Oliviero Toscani ha detto che in Toscana ha vinto il regime. Lei daccordo?
Non parlerei di regime, un regime una cosa ben diversa.
Che cosa si propone di fare e che cosa si augura per il suo futuro?
Sempre la stessa cosa: scrivere libri su problemi di estetica e dipingere quadri positivi
Adesso anche la critica darte ha accettato e compreso la sua pittura.
No la critica direi di no, le istituzioni s. Ma la critica ancora no
So che lei non vuole parlare di compleanni, di ricorrenze, di festeggiamenti ma il 12 aprile lei compie cento anni. un osservatore e conoscitore privilegiato della storia e della nostra societ.
l ultima cosa di cui vorrei parlare, anzi se qualcuno potesse togliermi un po di anni sarei ben felice.
umano, ma avere 100 anni comunque un bel traguardo
No per me un retroguardo (ride, ndr)
Professor Dorfles, quanto le servita lironia nella vita?
Direi tutto, ma non so quanto gli altri capiscano la mia ironia.
Professore, la sua seconda residenza la Toscana: lei si divide tra Milano e la sua casa di Lajatico, Castiglioncello in estate. Nonostante questo suo amore per la Toscana, o forse proprio per questo suo legame, lei non mai stato tenero con questa terra, ha parlato di scempi soprattutto sulla costa. Che cosa augura alla Toscana?
Le auguro di restare comera.
Comera quando?
Comera nel Rinascimento, di non rovinare il suo paesaggio unico, la sua bellezza.
Ritiene possibile rimediare a certi guasti?
Certo, ci sono delle zone rovinate, alcune parti della costa, certe periferie dove larchitettura ha fatto degli scempi, ma alcune zone restano salve. Mi auguro che si mantengano cos.



news

19-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news