LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Serve un auditorium. Giani Luporini: Non c cultura per la musica
ILARIA BONUCCELLI
10 aprile 2010, IL TIRRENO



Per il maestro Lucca non ha le strutture per il grande pubblico


LUCCA. La citt potrebbe diventare una fucina di talenti artistici se solo si costruisse un auditorium, invece di spendere decine di milioni di euro nello stadio.
Anche Gaetano Giani Luporini, musicista, nipote del famoso compositore, vorrebbe Lucca citt di cultura. Non il primo a rammaricarsi del fatto che la citt non riesca a vivere di musica, come succede a Salisburgo grazie a Mozart o a Pesaro, grazie a Rossini.
Gi i direttori dorchestra Omer Meirr, Julian Kostchev, il manager di grandi nomi della lirica, Gianluca Macheda - tutti lucchesi dadozione - si stupiscono del fatto che non si creino spazi e poi eventi per ricordare al mondo (e creare un circuito virtuoso di appassionati) che qui sono nati, hanno vissuto o hanno lavorato Boccherini, Catalani, Puccini (con tutti gli avi), Geminiani e Pacini.
Maestro, perch secondo lei Lucca non riesce a vivere di musica?
Perch non c una vera cultura musicale. Allestero diverso: c maggiore attenzione per quello che succede nel campo dellarte e della musica. In questa citt, che pure ha dato i natali a schiere di musicisti, siamo indietro. Questa una caratteristica non solo di Lucca, ma di tutto il paese che impazzisce per il festival di Sanremo, ma non per la musica lirica, classica, sinfonica che fa parte della nostra storia. Ugualmente, sia in Italia che a Lucca, si d un peso eccessivo allo sport e al divertimento facile: per me si dovrebbe dare meno spazio (e risorse) a stadi e discoteche e di pi ai teatri che formano i giovani. Un esempio in questo senso viene dal maestro che in Venezuela ha creato unorchestra giovanile di grande livello, donando uno strumento musicale ai bambini delle favelas.
In sostanza che cosa manca a Lucca per farne una citt della musica?
Manca leducazione, la musica somministrata gi ai bambini dellasilo. Bisogna abituare le nuove generazioni alla musica. E bisogna avere maestri che la sappiano insegnare.
Lei ritiene che con una maggiore educazione alla musica, Lucca potrebbe diventare un punto di riferimento in questo settore?
La citt potrebbe essere una fucina di talenti. Quando io ero pi giovane non cera quasi nulla, solo una stagione con le solite opere. Poi per arrivarono due personaggi di spicco come Herbert Hand, che ha creato lAssociazione musicale lucchese, e il defunto maestro Maggini che ha creato la Sagra musicale lucchese. Entrambi riportarono lattenzione sulla musica importante, in particolare quella cameristica, e hanno avuto il merito di rispolverare grandi compositori nazionali e internazionali. Handt ancora una risorsa, ma non mi sembra che si riesca ad approfittarne.
Ritiene che Lucca abbia la possibilit di diventare una citt famosa per la musica al pari, ad esempio, di Salisburgo?
Potrebbe anche andare oltre. Salisburgo ha il grande Mozart, ma Lucca credo che sia una citt unica al mondo per la tradizione di musicisti: ha almeno una ventina di compositori di una certa rilevanza e alcuni che spiccano sopra gli altri: tutta la famiglia Puccini (a partire dal 700), poi Guani, Barsanti, Geminiani, Catalani, Boccherini, Gasperini, lo stesso mio nonno, Gaetano Luporini e anche Pacini: pur essendo siciliano, ha lavorato a lungo a Lucca, come maestro di cappella per i Borbone, componendo una novantina di opere.
Eppure la musica a Lucca non va, come fama, oltre le Mura.
Lo ripeto: non esiste cultura musicale. Quella cultura che potrebbe anche trasformarsi in un fattore economico importante. Quindi, non c volont da parte di chi conta, di investire nella musica.
Tutti hanno in testa solo lo stadio. Ma invece di ricostruire il porta Elisa si dovrebbe realizzare un tempio per larte. E alla fine, chi fa qualcosa sono sempre i soliti: Andrea Colombini che con i suoi concerti rende un servizio ai turisti. Ora un po si sta muovendo anche il Boccherini. Peccato, perch ci sarebbero anche le risorse.
Quale sarebbe, a suo avviso, la prima iniziativa da intraprendere?
La realizzazione di un auditorium. Per costruirlo, per, servirebbe una reale volont politica. Una volta realizzato, poi, andrebbe riempito di contenuti: opere, concerti e allestimenti per far conoscere tutti i nostri compositori, sia in Italia che allestero. Fra laltro ci sono paesi come lAmerica, ma anche la Germania, con molto entusiasmo, curiosit e passione per la musica: anche a loro ci potremmo rivolgere una volta creati una struttura e un programma adeguati.



news

26-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news