LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Boboli. Nardella incita lo Stato a disubbidirsi
Marco Ferri
Il Giornale della Toscana 10/4/2010

Quel limite di capienza fissato a 2mila posti proprio non deve essere andato gi a Massimiliano Vivoli, legale rappresentante pro-tempore della Multipromo, organizzatrice di Operafestival nel Giardino Boboli. A tal punto che deve aver chiesto allamico Dario Nardella (vicesindaco di Firenze) di dargli una mano. A quel punto il numero 2 di palazzo Vecchio ha pensato bene di intervenire scrivendo una lettera alla soprintendente de1 Polo Mueale fioretitino auspicando lallestimento di Boboli fosse in grado di ospitare ove necessario, anche spettacoli per i quali si prevede un pubblico pi numeroso rispetto ai 2000 posti previsti nel bando da voi recentemente predisposto. Insomma Nardella ha chiesto espressamente alla soprintendente di non rispettare le regoli che lei stessa si data nella gestione dl uno spazio pubblico e per di pi stataile, nei confronti del quale Nardella ha la stessa competenza di un comune cittadino. Tutto questo avvenuto tra la met di febbraio e la met di marzo di quest'anno ma la notizia trapelata solo ieri. Lo scorso 17 febbraio, infatti, sul sito web del Polo Museale fiorentino comparso il bando per la concessione del Prato delle Colonne di Boboli e del Cortile dell'Ammannati di Palazzo Pitti) per spettacoli di musica, lirica, prosa e danza nella stagione estiva 2010. Nel bando l'indicazione era chiara: il numero dei posti non dovr superare i 2000 divisi tra platea e/o tribuna e il palcoscenico non dovr avere dimensioni superiori a m. 25x15. Purtroppo questa estate ci sono i Campionati mondiali di calcio per cui alcuni organizzatori preferiranno non organizzare eventi in concomitanza di partite molto importanti,che inevitabilmente avrebbero influito negativamente sul successo degli spettacoli in contemporanea Ecco quindi l'esigenza di aumentare la capienza di platea e tribune e la conseguente lettera di Nardella alla soprintendente Acidini, datata 11 marzo. Nonostante non si occupi di cultura e spettacoli (ma di sport e sviluppo economico), Nardella in essa indica perfino 4 appuntamenti che necessiterebbero di una maggiore platea: il musical Evita, il concerto di Dalla e De Gregori, il nuovo spettacolo estivo della compagnia Momix, l'Aida di Mitoraj. La richiesta di Nardella tuttavia durata larco di una decade, perch gi alla data del 20 marzo come location del concerto di Dalla e De Gregori veniva indicata Piazza Santa Croce. In pratica la soprintendente Acidini si rifiutata di soddisfare le richieste di Nardella, rispedendole con gentilezza al mittente. Sconcerta comunque la facilit con cui, fissate delle regole, si chiede a una pubblica amministrazione di non tenerne conto, solo per staccare qualche biglietto in pi.
Uno strano bando Da segnalare che in seguito alla concessione di Boboli, oltre alla Multipromo, ha partecipato alla gara anche la Iko-Italia Konzert Opera di San Giovanni Valdarno, invitata (anche se in via ufficiosa) da qualcuno all'interno del Polo Museale, a presentare un progetto per lestate 2010. Accettato linvito, la Iko ha partecipato ma alla fine la concessione stata appannaggio della Multipromo perch, come spiegato dall'architetto Mauro Linari della soprintendenza, i documenti di corredo riportavano, oltre al programma degli eventi una dettagliata relazione tecnica su tutte le varie tematiche inerenti la location, mentre quella della Iko riportava il programma degli spettacoli ma una descrizione meno dettagliata. In seguito alla decisione della soprintendenza, la Iko ha fatto ricorso al Tar e presto ci saranno novit, ma intanto la Iko, attraverso Manuela Corsi (della Direzione organizzativa e distribuzione eventi), fa sapere che la Iko, associazione con 17 anni di storia alle spalle e che opera in luoghi prestigiosissimi di tutta la Penisola, non presenta mai proposte laddove ci sono realt operanti nel settore. Senza contare che, a fronte di una totale esenzione del canone di concessione per la Multipromo (che non avrebbe versato alcuna somma alla Soprintendenza), la Iko aveva proposto ribassi sui costi dei biglietti di produzioni sontuose, di intervenire gratuitamente sulla cura degli spazi verdi interessati dall'allestimento e, soprattutto, di versare un euro per ogni biglietto venduto in prevendita. Come pi volte indicato dai sindacati, quest'ultima proposta avrebbe finalmente invertito la tendenza, cio trasformato il Giardino di Boboli in una fonte di ricavi piuttosto che in una costante rimessa.
Gli spettacoli - Comunque sia ieri stata annunciata parte del programma dell'edizione 2010 di Operafestival che inizier il 7 giugno con Le cirque invisible di Victoria Chaplin e Jean Baptiste Thierre (repliche 8, 9, 10 giugno) e proseguir con il musical Evita, su libretto di Tim Rice e musiche di Andrew Lloyd Webber (16-20 giugno); in luglio sono previsti il flauto magico di Mozart (8 e 14), i Carmina burana di Orff e il Bolero di Ravel (15), Le 4 stagioni di Vivaldi (21), il Don Giovanni (22 e 27) e, a fine luglio, uno spettacolo di tango. Presto quindi gli enormi bilici che trasportano 1estrutture metalliche delle gradinate e del palco entreranno nuovamente da Porta Rornana e accederanno al Giardino di Boboli dal varco di Calastrini, pi volte danneggiato negli anni scorsi da manovre avventate dei camionisti - come ripetutamente segnalato dai sindacati - e soprattutto senza che qualcuno si preoccupasse di porre rimedio ai vari danni che questi hanno compiuto lungo il tragitto fino al Prato delle Colonne: prova ne sono alcuni lampioni, una statua e un tombino tuttora visibilmente danneggiati. Per ovviare questi inconvenienti, nella concessione sottoscritta tra la Soprintendenza e la Multipromo, previsto che sia versata dal Concessionario una cauzione di 10mila euro a copertura di eventuali danneggiamenti che, nonostante la sorveglianza, si potessero verificare. Speriamo proprio non vi sia alcun bisogno di utilizzarla.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news