LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Ecco come Palazzo Marino cambier faccia alla Darsena
di Marta Bravi
articolo di luned 12 aprile 2010 - il GIORNALE




In attesa della sentenza del Tar, prevista per questi giorni, pronte due versioni del progetto di sistemazione temporanea
Da discarica a cielo aperto a ecosistema urbano. Da vergogna cittadina a parco botanico didattico. Questa la curiosa parabola della Darsena, ridotta da 6 anni a questa parte a discarica a cielo aperto per via di quel cantiere mai partito che avrebbe dovuto mettere a disposizione dei cittadini 713 posti a rotazione e 303 box. Dal 2004, anno in cui la Darsena spa, societ vincitrice del bando del 2001, firm la convenzione per la realizzazione in project financing dellautosilo con il Comune, allora guidato da Gabriele Albertini, i lavori non sono mai partiti. Il 18 ottobre scorso il sindaco ha deciso di dire basta a questa ferita aperta e di rescindere il contratto con la societ. Ora lex porto di Milano potrebbe risorgere dalla sue stesse ceneri e diventare addirittura unattrazione naturale.
attesa da una decina di giorni e potrebbe arrivare anche oggi la sentenza del Tar che dovr esprimersi sul ricorso presentato dalla Darsena spa contro palazzo Marino che ha revocato la concessione. Intanto lo scorso agosto la Procura ha aperto uninchiesta a carico dellimpresa per lo stato di degrado e di abbandono in cui si trova il cantiere, che occupa unarea di circa 12mila metri quadrati in pieno centro. Il presidente Ezio Pellegrini, sentito dagli inquirenti in autunno, respinge le accuse al mittente: Dal 2007 abbiamo speso almeno 40mila euro per ripulire larea, operazione che abbiamo dovuto ripetere uninfinit di volte. La vegetazione? Di per s non rappresenta un fatto negativo. Quanto alla sicurezza abbiamo denunciato pi volte ai vigili e alla polizia le continue intrusioni, oltre ad esserci preoccupati di riparare la recinzione ogni volta che veniva danneggiata. Tanto per dire, ci abbiamo messo anni per ottenere labbattimento del casotto abusivo, che dava rifugio a barboni e sbandati.
Ma proprio sullomissione di controllo che punta Palazzo Marino per rientrare in possesso dellarea e sistemarla temporaneamente. Obiettivo del sindaco, a un anno dalle elezioni, calare il sipario su uno spettacolo a dir poco svilente per la citt, senza aspettare che la vicenda giudiziaria faccia il suo corso. Per questo lavvocatura di piazza Scala ha chiesto ai giudizi amministrativi di esprimersi prima sulla restituzione dellarea di cantiere al Comune e solo dopo sul merito del ricorso della Darsena spa. Intanto anche i residenti, che dal 2004 hanno promosso pi di un ricorso contro la realizzazione del parcheggio, dopo 6 anni di lamentele si sono rimboccati le maniche: c chi si riunito nel comitato Darsena pioniera e ha presentato un progetto di restyling al Comune, chi invece ha creato un gruppo su Facebook, Ridateci la Darsena, con lobiettivo di attirare lattenzione sullo stato di degrado del quartiere.
Da quando Letizia Moratti ha deciso di richiudere la ferita aperta al Ticinese, i tecnici dellassessorato allArredo urbano hanno disegnato la Darsena del futuro in due versioni. Il progetto di sistemazione temporanea - in attesa che il Tar si pronunci sul ricorso presentato dalla societ costruttrice, che potr poi ricorrere al Consiglio di Stato - costituisce una soluzione veloce da realizzare e di modesto investimento (meno di 1 milione di euro), che consente di mantenere larea del cantiere cos com, finch la questione non sar definitivamente chiusa. Due le versioni possibili, una asciutta come la definiscono gli architetti del settore Arredo e una bagnata ovvero completamente ricoperta dacqua, ammesso che gli argini lo consentano. Una volta ricoperti gli scavi archeologici affinch non si deteriorino, il sindaco dovr decidere se lasciare la vegetazione spontanea cos com - posto anche il valore botanico ed ecologico-educativo perch porta in citt una tipologia di ambiente che lutente medio non abituato a vedere e non portato a riconoscere come valore e riempire dacqua solo la seconda met del bacino, come si presenta attualmente, o riempire di acqua tutto lex porto di Milano. Ovviamente dopo avere ripulito larea dalla spazzatura che continua ad accumularsi ed aver disinfestato larea da topi e zanzare. Delle passerelle in legno permetteranno di attraversare la Darsena e osservare specie vegetali tipiche della pianura padana o i pesci proprio come una volta...



news

24-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news