LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Il Tempio ebraico sillumina cambia lo skyline fiorentino
MARA AMOREVOLI
MARTED, 13 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - Firenze


Sotto la cupola nascer il museo della Memoria

I lavori alla sinagoga sono iniziati nel 1995 e hanno interessato non solo lesterno

Il degrado era tale che sul tetto erano cresciuti un fico e un pioppo


Oltre al Duomo, a Palazzo Vecchio con la Torre di Arnolfo e a Santa Croce, da dopo domani lo sky line notturno di Firenze avr un altro importante edificio storico illuminato: la cupola di rame verde e le quattro facciate del Tempio ebraico. Un nuovo punto che si proietta sul cielo della citt, accanto alla cupola rossa di mattoni di Brunelleschi, simbolo della cristianit con la basilica di Santa Croce e Santa Maria Novella, vicina alla Torre di Arnolfo, la casa del potere, e che ora emerge, grazie alla nuova illuminazione, rendendo ancor pi visibile con la sua cupola e architettura orientaleggiante, quellantica appartenenza a Firenze della storia della comunit ebraica.
Una nuova luce che segna lintreccio e la compresenza di culti, religioni e culture, e che sigla anche la fine del lungo restauro che ha interessato tutto il Tempio ebraico dal 1995 da oggi. Gli interventi hanno interessato non solo le coperture esterne, il recupero delle facciate in travertino bianco di Colle Val dElsa e in pietra in pomato rosa di Assisi (un richiamo all pietra rosa di Gerusalemme), ma anche gli interni, decori, impianti e arredi. Erano 128 anni, dalla data della costruzione della sinagoga progettata nel 1874 da Marco Treves, Mariano Falcini e Vincenzo Micheli e terminata nel 1882, che non veniva effettuato un recupero cos radicale del complesso - spiega Carlo Funaro, presidente dellOpera del Tempio ebraico - A parte le ricostruzioni delle navate distrutte dai tedeschi nel 44, e i lavori di parziale ripristino effettuati dopo lalluvione del 66.
Dopo le revisioni e i monitoraggi iniziati nel 1995, nel 2000 sono stati fatti i primi interventi urgenti sulle coperture, per impedire le infiltrazioni dacqua. Il degrado era tale che sui tetti erano cresciuti fino ad 1 metro e mezzo un albero di fico e un pioppo - racconta Funaro - Abbiamo rifatto tutta la copertura in rame delle cupola, donata da Kme-Europa Metalli e le nuove tegole in cotto dellImpruneta, sono stati poi restaurati tutti i decori floreali delle pareti interne, gli arredi scultorei, le vetrate e gli elementi architettonici. Nel corso dei lavori sono emerse alcune novit: una grande sala tra la cupola esterna e quella interna alta 14 metri e con il diametro di 17 metri, uno spazio che in futuro vorremo adibire a "Mausoleo della Memoria", proiettando sulle pareti i nomi dei deportati toscani e delle vittime italiane dellOlocausto precisa Funaro, spiegando che in corso di studio il progetto per la scala di accesso alla sala da una finestra del tamburo. Unaltra sorpresa stata scoprire nellarmadio sacro, dietro alle "tavole della Legge" le scritte con i nomi di tutti gli artigiani, i muratori, gli imbianchini e i decoratori che hanno lavorato alla costruzione della sinagoga.
Un recupero complessivo che nel 2007 ha visto il rinnovamento e lampliamento del Museo al primo e secondo piano, in cui oltre agli oggetti sacri (come un grande bacile dargento del 600), agli arredi di devozione domestica e delle feste donati dalle famiglie ebree fiorentine, si trovano gli archivi con i documenti sulle leggi razziali del 38, su deportazioni e persecuzioni nei campi di concentramento. Il monumento ha riacquistato i sui caratteri originari ottocenteschi, grazie anche al recupero delle lampade, delle tappezzerie delle poltrone del matroneo, prima in crine di cavallo tessuto, e ora in cotone donato da Ferragamo, alle vetrate e ai decori originali perfettamente ripresi conclude Funaro, annunciando le celebrazioni di gioved prossimo (ore 18.30) a cui parteciperanno il sindaco Matteo Renzi, il rabbino capo Joseph Levi, il presidente del comunit Daniela Misul, i responsabili della Regione Toscana, che ha finanziato con 1.375.000 euro i lavori, insieme a Ente Cassa, Monte dei Paschi, Palazzo Vecchio, World Monumets Fund, Stato e Comunit ebraica, per un totale di 2.680.000 euro.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news