LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Lutopia di Libeskind "Verde e senza motori ecco la mia Milano"
ALESSIA GALLIONE
MARTED, 13 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - Milano




Larchistar padre del grattacielo "storto" presenta Futuropolis, mega-installazione di 2.164 pezzi alla vecchia Campionaria


Amo tornare a vivere in questa citt, ha saputo conservare la memoria e i segni del suo passato Un patrimonio da conservare

Ho immaginato un quartiere dove non ci saranno solo abitazioni ma anche cultura e spazi aperti perch la gente si possa incontrare


Dice che nella citt del futuro non si dovr pi essere dipendenti dallauto per muoversi, lavorare, incontrarsi. Una citt in cui ogni quartiere diventi il centro, anzi dove ogni individuo diventi centrale e in cui grande importanza dovranno avere gli spazi aperti, con il verde e i parchi pensati come le nuove piazze urbane. Perch pensando alle persone, racconta Daniel Libeskind, che si pu immaginare di cambiare aspetto anche alle periferie: La gente deve poter partecipare, deve essere coinvolta dalle istituzioni. Gli aspetti sociali sono fondamentali. Una citt sostenibile, anche dal punto di vista del risparmio energetico, attenta a ogni dettaglio. Perch nella sua metropoli ideale, larchitetto che ha progettato edifici in tutto il mondo, dal museo ebraico di Berlino fino a Ground Zero a New York, vorrebbe che la gente tornasse a riscoprire il piacere di vivere. per questo che sono state costruite e devono essere costruite le citt. Non per le macchine, i computer, le auto, ma per le persone reali, con i loro desideri e sogni reali. Senza perdere la memoria, il proprio passato. da qui, dai segni del suo passato, che anche Milano, una citt che conserva i segni della tradizione e che si sempre adattata alle diverse epoche, pu puntare per reinventarsi.
Stivali texani, giacca di pelle, Libeskind si aggira tra le sculture che ha creato per immaginarla, la sua visione di citt. Ed da qui, da quella che definisce una moderna utopia, che parte per raccontare come si possa passare dallinstallazione artistica fatta per Citylife ai progetti concreti. E a Milano. C una connessione - dice - tra questa visione utopica e il masterplan che ho disegnato per Citylife, un progetto concreto che pu rappresentare un modo reale per costruire la citt del 21esimo secolo. Qui c una visione, unambizione: pensare a un nuovo modo di vivere. Non ci sono solo case, ma anche spazi aperti, un parco realizzato come una piazza moderna, la cultura con il museo di Arte contemporanea, un altro aspetto fondamentale per ogni citt.
Gli operai sono al lavoro per allestire lenorme installazione in uno dei vecchi padiglioni della Fiera, insieme ai tecnici della luce e del suono perch "Futuropolis" avr anche un accompagnamento musicale e lilluminazione sar fondamentale. Larchitetto si avvicina, tocca il legno con cui sono modellati i diversi quartieri: forme geometriche che disegnano grattacieli, case, strutture. E racconta: Ci si potr aggirare e, come nella citt del futuro, considerarli come parti separate o come elementi di un unico insieme. Sono pi di 2164 pezzi diversi uniti per formare pi di 90 torri. Rappresentano un algoritmo matematico - spiega Libeskind - Dai grattacieli agli edifici pi bassi, la base uguale per tutti. Il risultato sono strutture uniche, qualcosa di simile alla natura. Sono fatti in parte al computer e in parte a mano: unaltra metafora della citt, che deve unire moderno e passato, tecnologia e arte. questo che, per Libeskind, dovrebbero essere larchitettura: fatta di numeri e formule, ma deve andare oltre, fare qualcosa di simile agli esseri umani, uno diverso dallaltro.
Ma quali sono gli elementi necessari per la Milano del futuro? Creare relazioni tra chi ci vive, dice Libeskind. E le chiavi per cambiare sono molte: Bisogna puntare sugli spazi aperti, pensare alla citt come a un palcoscenico in cui tutto accade e in cui le persone possano incontrarsi anche in modo creativo. Larchitetto descrive Milano come la mia citt preferita, quella in cui amo tornare e vivere. Unimmagine diversa da quella di una metropoli inquinata e caotica: Milano una citt darte anche se spesso ce lo dimentichiamo perch pensiamo al traffico, allinquinamento. Ed proprio legato al modo di muoversi, che individua una delle chiavi per il cambiamento. Bisogna puntare su una nuova sostenibilit. Nella citt di domani si dovr camminare, magari nel verde. I mezzi pubblici sono fondamentali, perch non dovremo dipendere dallauto. E in questo salto verso il futuro, Expo pu essere una grande occasione. Tutti vogliamo che si trasformi in un successo.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news