LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FANO - Dalla terra emerge una necropoli
13 APRILE 2010, CORRIERE ADRIATICO



Eccezionale ritrovamento a Metaurilia: venti tombe allineate, ma le scoperte non sono finite

Fano Una ventina di tombe, ma probabile che ce ne siano molte di pi, il numero che fino ad oggi stato messo allo scoperto nella necropoli di Metaurilia, rinvenuta nei giorni scorsi durante i lavori di sterro nei pressi dellautostrada. Il rinvenimento eccezionale perch fino ad oggi, nella zona tra il fiume Metauro e Marotta, comprese le prime pendici collinari, sono venute alla luce solo tombe isolate e non si avuta mai notizia di una necropoli.

Si tratta di una ventina di tombe allineate tutte nella stessa direzione, seppur scavate in modo sparso; sono di diversa dimensione e semplicemente coperte da tegole. Lo scavatore, compiendo i lavori di sterro ne ha tagliato alcune, ma appena gli operai si sono accorti di quanto stava venendo alla luce, i lavori si sono subito fermati e sul luogo sono intervenuti gli archeologi della Soprintendenza, che ha provveduto a rimuovere i resti degli inumati e il materiale contenuto allinterno. Al momento della necropoli non si distinguono i limiti, quindi probabile che sottoterra si nascondano altre sepolture. La scoperta non tanto importante in s per s.

Non risulta infatti che le sepolture contenessero oggetti di valore e di tombe simili il nostro Paese conserva unampia documentazione; importante per la nuova pagina che apre in fatto di studi e di indagini archeologiche, dato che stata fatta in unarea, la cui morfologia in epoca romana molto incerta. Lunica direzione in cui sono orientate le tombe lascia supporre lesistenza di una strada e il numero delle stesse non esclude lesistenza nei pressi di un villaggio rurale, di cui fino ad oggi non si sono avute notizie. In realt, come ha notato larcheologa Valeria Purcaro, in una breve nota pubblicata sullultimo numero del Quaderno dellAccademia fanestre, manca ad oggi uno studio sistematico delle necropoli romane presenti nel territorio fanese, nonostante che lo stesso sia interessato da una concentrazione di sepolture in corrispondenza della Flaminia e delle strade che conducevano a Pisaurum e a Sena Gallica. Ora si pensava che la strada che partiva da Fanum Fortunae verso sud, varcato il ponte sul fiume Metauro si inoltrasse sulle colline, nei pressi di San Costanzo e Mondolfo, in un luogo pi sicuro, come del resto la Flaminia volgeva a nord, non sulla fascia litoranea, ma sulle colline di Roncosambaccio. Lesistenza di una strada nei pressi della nuova necropoli potrebbe quindi rivoluzionare ci che si credeva fino ad oggi. Che fine far ora la necropoli di Metaurilia. Una triste fine lattende? Triste come la ben pi interessante necropoli di via Fanella, cancellata totalmente dalle esigenze costruttive della citt. Triste come il sepolcreto trovato nel 1969 in unarea prossima al Seminario Regionale, di cui non rimane pi traccia. E vero: il panorama delle sepolture fanesi finora conosciute osserva sempre Valeria Purcaro piuttosto modesto: si tratta principalmente di tombe terragne, il pi delle volte ricoperte da semplici tegoloni fittili, ma ci non dovrebbe autorizzare la totale cancellazione.
massimo foghetti,



In zona la pi antica attestazione funeraria

Fano Tra i rinvenimenti archeologici effettuati in zona spicca, quella che si ritiene la pi antica attestazione funeraria del territorio: si tratta di una tomba risalente allepoca tardo-repubblicana, ritrovata a Caminate nel 1953, composta da elementi architettonici ascrivibili a un fregio dorico a metope (scene scolpite con figure) e triglifi (elementi di separazione costituiti da tre scanalature verticali). Quanto rimane di questa sepoltura, certamente importante, dato che riporta limmagine di un uomo togato, probabilmente esponente della classe dirigente municipale, custodito nel museo nazionale delle Marche ad Ancona. Importante anche la lastra sepolcrale dedicata a Quintus Aeubutius Chrestus, rinvenuta sempre a Caminate.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news