LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE Nuovi Uffizi: Pappagallo pronto a dimettersi. La situazione di nuovo sull'orlo del caos. Il direttore dei lavori messo in condizione di non lavorare. Accumulati nuovi ritardi.
MARCO FERRI
IL GIORNALE 13 aprile 2010

Le stanze sono vuote al numero 10 di Lungarno Annamaria Luisa de' Medici. Nessuno suona il campanello e chiede di entrare negli uffici della direzione del cantiere dei Nuovi Uffizi. Dallo scorso 30 marzo l'unico inquilino l'architetto Giorgio Pappagallo, reintegrato dal responsabile unico del procedimento (rup), la soprintendente Alessandra Marino, nel doppio ruolo di direttore dei lavori e di coordinatore alla sicurezza. Un doppio incarico che, per svolgerlo a dovere, necessita di una squadra di fidatissimi collaboratori che proprio la Marino sta tardando a nominare. Eppure si tratta di personale che con Pappagallo ha condiviso 4 anni di lavoro intenso, anche perch a uno che viene da fuori, occorre almeno un anno per ambientarsi tra migliaia di disegni e centinaia di metri quadrati di area di cantiere. Ma perch Pappagallo, appena reintegrato, non dovrebbe essere messo in condizione di lavorare? Come le nomine dei suoi collaboratori, anche le risposte a questa domanda tardano ad arrivare. Di certo il cantiere va avanti a scartamento ridotto e i problemi, alcuni davvero impellenti, non vengono risolti. E cos l'architetto Pappagallo ha gi fatto sapere che, se entro venerd non riavr la sua squadra per risolvere quei problemi gi urgenti a fine novembre (quando venne nominato il commissario delegato, Elisabetta Fabbri, poi rimosso ufficialmente venerd scorso dietro richiesta del ministro Bondi), lui si dimetter dal doppio incarico. E cos la situazione del cantiere, gi di per s difficile, potrebbe arrivare a livelli caotici mai raggiunti. Anche perch i problemi che Pappagallo aveva lasciato da risolvere alla fine di novembre 2009 - quando gli subentr il commissario Fabbri - si sono aggravati, cos come il commissariamento non ha coadiuvato il rispetto del programma dei lavori, cio del cronoprogramma. Quest'ultimo, un documento ufficiale, era stato approvato dalle ditte appaltatrici del cantiere all'inizio di novembre 2009, ma non stato rispettato durante i lavori sotto l'egida dell'Unit tecnica di missione. Tant' che sono saltate tutte le scadenze: i nuovi bagni della zona nord di Ponente, che dovevano esser pronti a fine febbraio, effettivamente ancora non lo sono; le 8 sale degli stranieri che dovevano esser pronte lo scorso 30 marzo, sono praticamente ferme a come le aveva lasciate Pappagallo a fine novembre (se si eccettua le imbotte in pietra delle porte e un campione di controsoffittatura su cui nessuno si espresso); il rivestimento in pietra della scala nuova della zona nord di Ponente, che doveva essere completato alla fine di aprile (cio tra 2 settimane), non mai iniziato. E quel che preoccupa il comportamento delle ditte appaltatrici: finch c'era il commissario Fabbri, il clima era quasi euforico, mentre ora che rientrato Pappagallo le ditte si sono affrettate a presentare liste di problemi (per i quali potrebbero esser chiesti anche dei danni) e il pagamento degli stadi di avanzamento lavoro (sal) che per non pu avvenire perch Pappagallo senza la squadra per effettuare le necessarie verifiche. E per di pi sul cronoprogramma approvato 5 mesi fa, le ditte hanno richiesto lo spostamento dei termini in ben 14 casi. A questo punto la domanda nasce spontanea: ma se tutti i lavori filavano via lisci durante il periodo di commissariamento (appena concluso), perch ora le ditte ammettono fortissimi ritardi? Come detto, pare che Pappagallo - volutamente - non sia messo in condizione di lavorare e quindi sia spinto verso le dimissioni. Intanto nella vicenda da registrare anche l'intervento del sindacato Confsal-Unsa che, attraverso il segretario regionale, Learco Nencetti, ha dichiarato: Dopo il commissariamento, questo stallo anche pi dannoso. Cos come il silenzio dei vertici amministrativi del Ministero per i Beni Culturali. E se la soprintendente Marino non se la sente di mantenere la responsabilit dei Nuovi Uffizi - ha concluso - che chieda di essere spostata ad altra sede.



news

19-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news