LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Rivivono le domus della "citt sepolta" - Cos Pompei cambia volto
STELLA CERVASIO
VENERD, 16 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - Napoli

Per la "Settimana della Cultura" visitabili gratis i Casti Amanti e la Casa di Giulio Polibio, prima dimora "multimediale"


Due nuove domus da visitare in maniera insolita, la Casa dei Casti Amanti dove si potr assistere agli scavi in diretta e quella di Giulio Polibio, con ologrammi di antichi pompeiani che si raccontano. Il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi ha voluto far partire da Pompei anche le iniziative della Settimana della Cultura: uno spot e una sciarpa da portare allo stadio, con lo striscione e musei gratis per tutti per il dodicesimo anno. E nellarea archeologica tante iniziative annunciate dal commissario Fiori, da giugno prorogato: la Baby Pompei a cura dell"inventore di Citt della Scienza" Silvestrini, il teatro restaurato e con una nuova stagione, come nei primi anni Ottanta. E ancora: un percorso per cicloamatori, un archeoristorante nella Casina dellAquila con il meglio del made in Campania.

Giulio Polibio un signore bassino, con i capelli sale e pepe e le mani grosse da ex liberto. Parla e gesticola sul pavimento di marmo, "status symbol" da nuovo ricco, e sembra che un vento colorato lo attraversi. Racconta della sua vita a Pompei, di sua figlia che aspetta un bambino, della paura per leruzione del Vesuvio. Quello vestito con la toga romana un ologramma, compare sulla porta per guidare la visita multimediale alla sua domus nellarea archeologica di Pompei. un nuovo episodio del programma "PompeiViva" avviato dal commissario delegato per lemergenza Marcello Fiori presentato ieri dal ministro dei Beni culturali Sandro Bondi, che ha elogiato i risultati ottenuti per il sito e per la prima volta apparso anche con il neo governatore della Campania Stefano Caldoro.
Dati in crescita, quelli forniti dal direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Mario Resca (pi 25 per cento di visitatori, aumenti anche nellindotto). Bilancio positivo quello del commissario Fiori (il primo budget era di 40 milioni di euro, ne abbiamo gi spesi 37, oltre il 90 per cento di risorse stato destinato alla messa in sicurezza e alla tutela del patrimonio).
Due le novit per la dodicesima Settimana della Cultura che il ministro ha voluto lanciare da Pompei. La prima la visita alla domus di Giulio Polibio, con la proiezione animata del proprietario, volto e aspetto fisico ricostruiti grazie allo studio degli scheletri ritrovati nella casa. In altre cinque zone si fatto uso di installazioni sonore: nellatrio risuonano i rumori della strada e il battere del martello nelle stanze che erano in corso di ristrutturazione quando il vulcano la seppell. Rivive anche la cucina, con i suoni delle suppellettili, il pestare del mortaio e del fuoco scoppiettante, di una piccola macina. Nel peristilio e nellimpluvium lo scroscio dellacqua e la voce sottile del vento, ma anche quella degli uccelli.
la prima volta che nelle stanze vuote di Pompei vengono collocati elementi di arredo, come tavoli, letti o armadi, tratti dai soli modelli disponibili, quelli di Ercolano. Il percorso sonoro "Opera regio IX" di Claudio Rodolfo Salerno, presidente dellIstituto per la diffusione di scienze naturali, mentre le retroproiezioni sono di Pfm Multimedia.
I primi a realizzare nel 2001 la ricostruzione virtuale in 3D della casa, con un bellissimo video, che viene riproposto, furono gli esperti di Altair4 Multimedia, con la supervisione degli studiosi autori dello scavo e delle scoperte, per un progetto dellUniversit di Tokyo. Il complesso delle ricerche condotte sulla parte naturalistica della Casa di Polibio del laboratorio di ricerche applicate di Pompei, diretto da Annamaria Ciarallo.
Laltra novit viene chiamata "cantiere evento" perch lanno scorso una pioggia di fango rischi di seppellire daccapo tutta la domus dei Casti Amanti, trovata nel 1987 e aperta ora al pubblico per la prima volta. Un fittissimo labirinto di passerelle metalliche sovrasta i resti, consentendo ai visitatori di avere una visione dinsieme dellintera insula, secondo il progetto dellarcheologo Antonio Varone, direttore dellArea archeologica di Pompei. Si vedono da vicino la dentatura e le ossa rotte dei sette muli bardotti morti per lo sprofondamento del tetto delle due stalle. I poveri equini dellantica Pompei, ormai raro risultato di incrocio tra cavallo e asina, sono stati studiati per anni nellambito delle ricerche dello stesso laboratorio che il fiore allocchiello di Pompei, ma ancora non erano stati mai mostrati. Si vede anche una cisterna che forniva acqua alla panetteria: tutto era in movimento quando i gas bollenti del vulcano lo bloccarono in una tragica fotografia.


Gli orari

Ingressi fino al 25 aprile un tesoro trovato nel 1987 e mai aperto al pubblico

La Casa dei Casti Amanti e quella di Giulio Polibio, la prima domus di Pompei con installazioni multimediali, saranno visitabili gratuitamente in occasione della "Settimana della cultura", da oggi al 25 aprile. La casa dei Casti Amanti, che prende il nome dal famoso affresco, venuta alla luce nel 1987, non era mai stata visitabile. Oggi stata un trasformata in un cantiere "trasparente" dove possibile seguire il lavoro degli archeologi. Nella casa di Polibio, la novit lanciata per la Settimana della Cultura, un ologramma raffigurante il proprietario della casa accoglie i visitatori e narra la storia della sua famiglia e delleruzione. Le sue fattezze sono state riprodotte grazie allo studio dei calchi. Orari di visita: 10-12,16-18 per Giulio Polibio con visita in inglese alle 14; 9-11-15-17 con visita in inglese alle 13 per la Casa dei Casti Amanti. La prenotazione obbligatoria: 199 104 114; dallestero e cellulari 06 3996 7850 dal lunedi al venerdi dalle 9-18, sabato 9-14.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news