LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Capri ennesimo disastro, ultimo di lunga serie
Napoli, 14 apr. (Apcom) -



Ennesimo disastro ambientale sull'isola di Capri, tormentata negli ultimi mesi da una lunga serie di episodi incresciosi che hanno minato la sua immagine nota in tutto il mondo. E' di questa mattina la notizia di un sequestro di un'area di circa 2mila metri quadrati in localit Gasto, dove stato rinvenuto un sito adibito a stoccaggio di scarti di materiali edili e di rifiuti pericolosi e speciali. Una vera e propria discarica realizzata dopo aver distrutto e sventrato un castagneto per far posto ad un vero e proprio sbancamento in una zona sottoposta a vincolo ambientale e archeologico. Secondo quanto si appreso il sito, da tempo, era utilizzato per sistemare in maniera provvisoria scarti di lavorazioni edili destinati a sversatoi idonei.

Gi nel settembre dello scorso anno furono rinvenute due discariche abusive nei pressi di due luoghi simbolo dell'isola, Villa Jovis e Villa Fersen. In quell'occasione la Guardia di Finanza sequestr un'area di circa mille metri quadrati in cui venivano sversati rifiuti speciali e materiali inquinanti, tra cui plastica, cemento, elettrodomestici fuori uso e pneumatici. Il materiale tossico era stato accatastato in un'area sottoposta a vincolo paesaggistico a poche centinaia di metri da Villa Jovis, costruita nel I secolo a.C. e attribuita all'imperatore Tiberio. Accanto, invece, a Villa Fersen, altro sito di interesse storico nonch archeologico, era stata, inoltre, rinvenuta un'altra discarica abusiva dove fu ritrovato addirittura eternit.

Gi nell'estate 2001 l'associazione di volontari 'Marevivo' aveva rinvenuto proprio nel mare dell'isola azzurra una serie di rifiuti pericolosi, tra cui un motocarro, alcuni bidoni, pneumatici, buste di plastica, cavi elettrici e cinque scooter.

Ma, purtroppo, le cronache di questi ultimi mesi non hanno risparmiato altri episodi incresciosi per l'isola del Golfo di Napoli. Lo scorso 29 marzo i carabinieri della locale stazione rinvenirono resti umani e rifiuti speciali depositati nella totale mancanza di quanto previsto dalla legge all'interno di una sala mortuaria e in una cappella destinata al culto acattolico del cimitero di Capri. Nei due locali, che furono sequestrati, furono rinvenuti numerosi contenitori di zinco aperti con all'interno resti umani, pezzi di bare, abiti e molto altro materiale proveniente dall'esumazione dei defunti. Furono ritrovati anche rifiuti solidi urbani e attrezzature da lavoro, il tutto stoccato in ambienti ritenuti non idonei a quanto previsto dalle norme igienico-sanitarie.

Sempre a causa di danni all'ambiente lo scorso 25 marzo il tribunale di Napoli ha disposto il sequestro della centrale di produzione elettrica di Capri. Alla Sippic, la societ che gestisce l'impianto che eroga l'energia sull'isola, furono contestate violazioni al codice ambientale. Tre le persone indagate nell'ambito dell'indagine condotta dalla Procura partenopea.



news

19-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news