LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - occorre occuparsi anche della gestione
MARINA PAGLIERI
MARTED, 20 APRILE 2010 LA REPUBBLICA Torino



Lex assessore mette in guardia il suo successore Miglietta, Crt: "Il nostro intervento manageriale"

OLIVA: "SERVE UNINTESA TRA ENTI E FONDAZIONI"


Ora che molti cantieri si sono conclusi, penso alla Venaria, occorre occuparsi anche della gestione, bisogna continuare a investire

Sono a rischio soprattutto i festival cinematografici, ma anche il Circolo dei lettori e Torino Spiritualit


Di fronte alla crescente autonomia delle fondazioni bancarie si rende sempre pi necessaria una regia da parte della politica. Parla come ex assessore alla Cultura, Gianni Oliva, e lancia un messaggio forte, quasi un grido di allarme, a chi arriva dopo di lui. Invita insomma la politica a svolgere un ruolo di coordinamento e programmazione dellofferta culturale, altrimenti si rischia di disperdere il capitale che si formato negli ultimi quindici anni e di perdere dei pezzi per la strada. E si rivolge alle fondazioni bancarie perch, a grandi restauri ultimati, continuino a investire nella gestione dei beni, pensando soprattutto alle regge sabaude e al loro circuito. Il segretario della Fondazione Crt Angelo Miglietta risponde e rilancia: Non entro nel merito dellautonomia, perch non lo ritengo utile. Mi pare importante invece il richiamo a quello che per noi un punto centrale, ovvero concepire una nuova forma di gestione e valorizzazione dei beni, e tra i nostri progetti ci sono proprio le residenze di Racconigi e Stupinigi, con il controllo da parte dellente pubblico sulla correttezza dellutilizzo, ma con linnesto di energie non solo finanziarie e soprattutto di stampo manageriale.
Per Oliva certo la situazione oggi molto cambiata. Ci sono pi soggetti che operano in modo autonomo e consapevole, fatto questo senzaltro positivo, a patto che si riesca a concertare una politica comune. Negli anni Novanta, quando iniziata la rinascita culturale di Torino e del Piemonte, cerano pi risorse e meno progetti. Allora gli enti pubblici e le fondazioni bancarie finanziavano e i politici coordinavano. Poi sono cambiate le cose, le fondazioni hanno iniziato ad attrezzarsi, si sono dotate di personale specializzato e di strutture interne. Oggi sono diminuite le risorse pubbliche e anche i privati operano dei tagli, bisogna dunque ridiscutere i ruoli. Soprattutto urgente mettere in piedi un tavolo di concertazione per le politiche culturali, cui partecipino i vari soggetti.
Ma che cosa si rischia di perdere? Non penso a una realt in particolare, il mio un discorso generale - ribatte Oliva - Riguarda i festival cinematografici, dal Torino Film Festival al Cinema Ambiente, a "Da Sodoma a Hollywood", a "Sotto 18", ma anche le rassegne di teatro o il Circolo dei lettori e Torino Spiritualit. I festival sono finanziati dalluno o dallaltro soggetto, se qualcuno decide di tirarsi indietro si rischia un impoverimento senza avere deciso che cosa tenere e cosa chiudere.
E per quanto riguarda i grandi restauri, intrapresi per lo pi negli anni Novanta: Ora che molti cantieri si sono conclusi, occorre continuare a investire - prosegue Oliva. - Perch queste realt, e penso in particolare alle residenze sabaude, possono svilupparsi solo se sono gestite in modo proficuo.
Cos la Compagnia di San Paolo continua a finanziare il Consorzio della reggia di Venaria e le sue mostre (ma da corso Vittorio preferiscono non replicare alla provocazione di Oliva), mentre la Fondazione Crt sta mettendo a punto nuovi progetti: In linea con il disegno della legge Urbani, siamo disponibili a essere partner privati sia al Castello di Racconigi che alla Palazzina di caccia di Stupinigi. Proprio Racconigi sarebbe la prima residenza a usufruire di un progetto innovativo, traducendo nella realt unidea messa in cantiere con la compianta direttrice Mirella Macera. Prevede, oltre allinnesto di competenze non cos diffuse nel nostro paese, dalla managerialit al marketing, che vadano oltre a un approccio di tipo pubblicistico alla gestione e valorizzazione dei beni, anche la costituzione, facendo ricorso pure alla venture philanthropy, di un patrimonio finanziario che porti a superare il modello delle fondazioni di partecipazione, che rischiano da un anno allaltro di trovarsi in situazioni di non sostenibilit.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news