LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - Lautostrada sullAurelia salverebbe la Maremma
VITTORIO EMILIANI
MARTED, 20 APRILE 2010 IL TIRRENO - Attualit


Le recenti aperture, in particolare quelle del presidente della SAT Antonio Bargone, in materia di autostrada della Maremma non vanno sopravalutate e per nemmeno sottovalutate.

Parlo da semplice cittadino, con una lunga consuetudine ormai con la Maremma e coi suoi problemi. Il primo dei quali mi pare la salvaguardia pi accurata dei suoi straordinari valori paesaggistici, ambientali, agro-forestali, un contesto presso che unico. Un tempo selvaggio. Rimodellato negli anni 50 dalla riforma agraria, con uno spessore culturale oggi impensabile.

Una salvaguardia da coniugare con lindispensabile modernizzazione del corridoio tirrenico.

Il progetto autostradale nei suoi vari tracciati (a costa, in collina, ecc.) irrompeva invece in questo patrimonio storico-artisitico-paesaggistico manomettendolo e devastandolo. Con danni incalcolabili per le future generazioni. Al contrario il progetto Anas (lultimo grande progetto, temo, di una azienda poi immiserita) per una superstrada in sede con misure autostradali europee salvava in larghissima misura la Maremma.

Lidea ora maturata - per ragioni diverse che non analizzo, in primo luogo quelle finanziarie e forse la consapevolezza che bisogna evitare altre dissipazioni di beni irriproducibili - di realizzare larteria autostradale sostanzialmente sullattuale strada statale va discussa attentamente.

Ne parlavo giorni fa con Paolo Baratta ex ministro (governo Dini) dei Lavori pubblici e anche dellAmbiente, e convenivamo sul fatto che, se larteria autostradale viene realizzata fra Rosignano e Civitavecchia principalmente sul tracciato dellAurelia, in modo attento, quindi senza le devastanti complanari, con ingressi e uscite vigilate soprattutto da barriere elettroniche e non da numerosi maxi-caselli previsti dal primitivo progetto, potrebbero scaturirne indubbi vantaggi.
Uno di questi - secondo lamico Baratta - risiederebbe nel divieto di costruire entro certe distanze che lautostrada impone, a differenza della strada statale purtroppo costipata, spesso, da fabbricati di ogni tipo (si veda la strettoia di Montalto di Castro). Purch, ovviamente, si evitino le complanari e, il pi possibile, anche i caselli. Credo che abbia ragione.
A questo punto per non si potrebbe ipotizzare (lo pongo come interrogativo) una societ mista nella quale lAnas - che ha gi fatto molto installando il guard-rail ovunque era possibile - conferisse la propriet della sede stradale e la Sat la concessione? Sarebbe anche un modo, probabilmente, per ridare allarteria autostradale maremmana, ridimensionata nei suo impatti ambientali e paesaggistici pi pesanti, un carattere pubblicistico che oggi non ha e che porterebbe pi facilmente ad esentare il traffico locale (prevalente) dai pedaggi. Un carattere, questo, che dovrebbe suscitare anche linteresse negli enti territoriali, la Regione Toscana e la sua nuova dirigenza (meno coinvolta, si spera, nelle polemiche contrapposte di un recente passato), la Provincia di Grosseto (il cui presidente Leonardo Marras si mosso in modo attento, mi pare) e i numerosi Comuni della zona fra costa e collina. Certo, resta, a quanto pare, lopposizione del ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, che sembra ancora volere lautostrada tout court, con tutte le pesantissime implicazioni di sempre. Ma sul resto si pu e si deve comunque lavorare, anche sul piano della proposta.
Convinti che modernizzare sia oggi possibile senza massacri a base di cemento+asfalto.



news

22-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news