LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. L'archivio Brioni dichiarato di notevole interesse storico
Laura Gigliotti
Il Giornale - Roma 20/4/2010

Lo scorso settembre il ministero dei beni culturali ha dichiarato di notevole interesse storico l'Archivio casa di moda Brioni, un patrimonio di disegni, schizzi, bozzetti, capi ed accessori originali, fotografie di collezioni, ritagli stampa, libri, riviste, campionari, lettere, tessuti che, catalogato e informatizzato, potr essere messo a disposizione del mondo della moda. Racconta la storia del made in Italy degli ultimi 65 anni e quella di una maison al passo coi tempi. Tutto ha inizio nel 1945 a via Barberini con il laboratorio di sartoria per uomo di Nazareno Fonticoli, abruzzese di Penne, e dell'umbro Gaetano Savini. Lo chiamano Brioni dal nome dell'isola istriana, crocevia di mondanit fra le due guerre. I due soci, 150mila lire il capitale iniziale, si sono conosciuti da Satos, un negozio di via del Corso dove l'uno maestro tagliatore e l'altro cura le vendite e i rapporti con la clientela. Nel 1959 a Penne viene fondata la Brioni Roman Style-SpA, presupposto commerciale di un'attivit imprenditoriale d' avanguardia. I sarti abruzzesi sono molto apprezzati. Il famoso Domenico Caraceni, emigrato nell'Urbe da Ortona, serve la casa reale e il dandy Gabriele D'Annunzio che, forse per pagare un debito, gli dedica le Laudi. Ma Brioni fa il salto di qualit e precorre i tempi. Lega l'aspetto artigianale a quello industriale, prendendo il meglio da entrambi. Il successo immediato e internazionale. Quando per la prima volta sfila a Palazzo Pitti nel 1952 viene salutato come l'inventore della moda maschile moderna. E nella Roma del miracolo economico fanno tappa teste coronate, magnati della finanza e divi hollywoodiani. Oggi le sette imprese del gruppo Brioni occupano 1700 persone e hanno un giro d'affari annuo di 200 milioni di euro circa. Producono l'intero total look, abiti da uomo, da donna, linea sportiva, camicie, cravatte, maglieria, pelletteria. Capofila l'unit produttiva del capospalla nata a Penne nel 1960, dopo 15 anni di attivit di atelier a Roma, le altre sono sorte a partire dagli anni Novanta. Brioni, presente a Roma con tre negozi (via Barberini, via Condotti, via Veneto), ha 65 punti vendita monomarca in tutto il mondo. Il primo apre nell'82 a New York City. Un gruppo con una precisa strategia: la diversificazione dei mercati. Che non guarda solo agli Stati Uniti e all'Occidente, come qualche anno fa, ma all'Estremo Oriente e all'Est Europa, puntando stilla linea sportwear. Direzione commerciale e showroom sono invia Ges a Milano dove fanno capo i buyer mondiali, la direzione di produzione a Penne, dove funziona una scuola superiore di sartoria e operano le fondazioni Fonticoli e Formoda per la formazione dei giovani, mentre la direzione generale a Roma in via Barberini, sede storica della griffe, dove lavora una trentina di persone. Ospita anche l'ufficio pubblicit, la sartoria delle origini e l'Archivio casa di moda Brioni.



news

17-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news