LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Bufera sulla "superlobby" di Alemanno. I "fedelissimi" nella gestione degli eventi.
DANIELE AUTIERI GIOVANNA VITALE
MERCOLEDÌ, 21 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - Roma

Il Pd: "Chiarezza su 10 milioni assegnati senza gara"



In 20 anni abbiamo gestito il villaggio dei Mondiali di nuoto e Torino 2006

Queste notizie gettano un´ombra inquietante su Alemanno e il suo staff

Per organizzare gli Stati Generali il Comune non ha affidato alcun appalto
"Un sistema privo di regole che assegna commesse milionarie ai soliti amici degli amici"


È bufera sugli affidamenti diretti dei grandi eventi gestiti dallo staff del sindaco. Una prassi denunciata da Repubblica e subito stigmatizzata dal Pd. «Alemanno faccia chiarezza», esorta il deputato ed ex assessore Jean Leonard Touadi. «Ormai è una costante del Pdl approcciare in maniera privatistica la cosa pubblica», denuncia il consigliere Paolo Masini: «Molte cose che passano per il Gabinetto del sindaco dovrebbero essere vagliate dall´assessorato alla Cultura, perché solo così si ha il controllo della spesa corrente». Lo stesso leit motiv dei suoi colleghi in Campidoglio: «Procedure quanto meno disinvolte», tuona il capogruppo Marroni, annunciando una interrogazione urgente nella quale chiedere anche la «verifica preventiva di tutti gli affidamenti per le spese che superano i 20 mila euro». E mentre la deputata Ileana Argentin sollecita l´intervento della Corte dei Conti, il consigliere Athos De Luca fa di più: invia un esposto per danno erariale «considerando pure che l´assenza di gara priva l´amministrazione di qualsiasi controllo di congruità e possibilità di godere di offerte più vantaggiose». A occuparsene sarà presto la Commissione Trasparenza presieduta dal consigliere Massimiliano Valeriani: «Queste notizie gettano un´ombra inquietante su Alemanno e i suoi fedelissimi».
Sono diversi gli appuntamenti finiti nell´occhio del ciclone. A cominciare dagli Stati Generali di Roma in programma il 18 e 19 maggio, che tuttavia a causa di ritardi organizzativi slitteranno a fine ottobre. A questo proposito il Campidoglio precisa (nella lettera pubblicata in basso) che «nessun appalto è stato affidato, né tantomeno nessun atto in tal senso è stato predisposto. Non c´è quindi alcun impegno di spesa». Certo è, però, che la macchina per promuovere l´evento gira a pieno ritmo da tempo: almeno dal 1° dicembre, quando il sindaco Alemanno - al termine della prima riunione con tutti i protagonisti della manifestazione, dagli industriali ai leader delle associazioni imprenditoriali, oltre a un gruppo di assessori invitati a pranzo ai musei capitolini - convoca una mega conferenza stampa per illustrare «il big bang per lo sviluppo di Roma» con tanto di slide, documentazione e presentazione del sito internet aperto ad hoc (www.statigeneraliroma.it). Da allora si sono susseguite le riunioni; gli esperti sono stati divisi in dieci gruppi di lavoro per individuare, ciascuno, un progetto per il futuro della città; la pagina web ha continuato a funzionare, ricevendo le proposte dei cittadini. Ma chi coordina l´intera macchina? Chi gestisce il sito internet? Chi si occupa di assemblare il famoso "piano strategico"? La risposta sembra essere contenuta in una mail che la società Ecosfera ha spedito un mese fa a Giammario Nardi, vice-capo di gabinetto del sindaco Alemanno. Il 19 marzo la società guidata da Ezio e Duilio Gruttadauria, già al centro dello scandalo sul Salaria Sport Village di Diego Anemone (uno degli imprenditori finito in carcere, insieme ad Angelo Balducci, per l´inchiesta sugli appalti dell´Aquila), invia infatti sulla casella postale di Nardi la bozza del documento relativo al "piano strategico di sviluppo". Possibile che Ecosfera lavori per il Comune di Roma a titolo gratuito?
Per quanto riguarda gli spettacoli, sia l´allestimento tecnico del Teatro Tenda sia quello del Concerto di capodanno sono stati affidati a Zetema, che ha espletato «regolari procedure di gara», sostiene il Campidoglio. A inviti, per la precisione. Poiché infatti la legge sugli appalti pubblici prevede che sotto i 190mila euro si possano indire semplici gare a inviti, senza cioè necessità di sottostare ai vincoli di trasparenza imposti dalla gara europea (obbligatoria sopra la soglia dei 190mila euro), Zetema ha diviso in due il budget di 350mila euro preventivato per il Teatro Tenda: l´allestimento della tensostruttura, luci, suoni e quant´altro sono perciò stati affidati a due diverse società invitate dall´azienda capitolina a partecipare alla gara. Procedura subito censurata dall´Agis, che in una lettera furibonda si è lamentata di non essere stata neppure invitata. Mentre la parte tecnica del Concerto di Capodanno (dal palco alla fonica) è stata affidata direttamente a società di fiducia degli artisti - Venditti e Zero Assoluto - individuati dal Campidoglio. Un giochetto non da poco: costato alle casse comunali 1,9 milioni di euro.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news