LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - musei ai privati, dubbi e incognite
SERGIO TROISI
GIOVED, 22 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - Palermo


Tutto ancora da decidere dopo la svolta annunciata dallassessore Armao



La Sicilia indietro anni luce rispetto allEuropa per quanto riguarda il collegamento delle collezioni ospitate con il territorio circostante

Ha fatto scalpore, qualche settimana fa, la notizia degli incassi per lanno precedente del museo archeologico di Ravanusa: zero euro, a fronte di una numerosa schiera di addetti alla sorveglianza delle poche sale. I dati sono poi risultati in parte inesatti, poich lingresso era previsto gratuito e i visitatori stimati in circa un migliaio. Il rilievo dato alla notizia aveva comunque gi innescato una serie di reazioni, anche perch, negli stessi giorni, la chiusura a scacchiera di alcune sale di Palazzo Abatellis, appena riaperto dopo quasi due anni di restauri, a causa della carenza di personale, riproponeva le domande di sempre sullo stato di salute dei musei siciliani.
Lassessore Armao annunciava provvedimenti, ma anche un cambiamento nei modi di gestione che aprisse ai privati anche aldil delle forme - altrove sperimentate con successo alterno, da noi mai veramente decollate - dei servizi aggiuntivi. Le proposte rimangono per adesso sul generico e sono dunque tutte da verificare, cos come i dubbi che solleva. Uno tra tutti: lattivit di ricerca, fondamentale per i musei anche per il rinnovarsi della identit e valorizzazione delle sue collezioni, pu essere appaltata ai privati che si muovono secondo logiche di profitto a breve scadenza puntando quindi su nomi e opere certe di grandi numeri?
Una volta pronto, il disegno di legge riguarderebbe comunque solo i musei regionali e le competenze delle Soprintendenze. Ma la casistica museale, in Sicilia come altrove, molto pi ampia; e comprende, per la gestione amministrativa, musei comunali, diocesani, privati, e rami molto differenti: musei archeologici, pinacoteche, naturalistici, di abiti, giocattoli e carrozze depoca, di arte contemporanea, della civilt contadina; e poi ancora etno-antropologici, della ceramica, fondazioni, case - museo, ognuno delle quali necessita di interventi e strategie di valorizzazione specifici pur allinterno di una normativa generale. Gi: ma quanti sono i musei siciliani, e dove sono ubicati? Il volume di Alessandra Mottola Molfino (una delle pi noti noti museologi italiani, gi direttrice del Poldi Pezzoli di Milano e attuale presidente di Italia Nostra) giunge adesso a colmare una lacuna, stilando per ogni sede (anche per quelle che musei ufficialmente non sono, ma che per importanza delle collezioni potrebbero diventarlo) una scheda esaustiva che ripercorre storia, collezioni e condizioni ("Viaggio nei musei della Sicilia. Guida ai luoghi", con un testo di Maria Lucia Ferruzza, Kals, 256 pagine, 24 euro, sar presentato domani a Palazzo Steri). Un testo agile e di agevole consultazione, e tuttavia denso di implicazioni metodologiche sia nel rileggere origini e finalit della istituzione museale anche alla luce delle mutate esigenze, sia nello stilare un elenco di problemi e carenze: dai musei aperti a intermittenza a quelli chiusi a tempo indeterminato (il Pitr di Palermo e Castello Ursino a Catania i casi pi clamorosi) a quelli necessari, dibattuti ma mai avviati concretamente, come i Musei della citt almeno per i centri maggiori.
Non sono troppi, i musei siciliani (il loro numero riflette al contrario la straordinaria, stratificata ricchezza culturale del territorio isolano), a dispetto di ogni facile demagogia che vorrebbe giudicare lutilit dei beni culturali in base alla loro immediata monetizzazione, anche se i problemi che li affliggono sono numerosi: dal personale distribuito disomogeneamente a macchia di leopardo (tantissimi in alcuni siti, pochi in altri) alla mancanza di programmazione delle attivit e di didattiche efficaci, dai tempi lunghissimi della burocrazia ai finanziamenti a singhiozzo, allassenza di collegamenti e di strategie comuni. Qualche tempo fa Lega Ambiente (che ha organizzato per luned 26 alle 17 un dibattito presso il Villino Florio un dibattito con lassessore Armao e il presidente della Fondazione Banco di Sicilia, Giovanni Puglisi) ha stilato un dossier proponendo alcune misure come listituzione di un biglietto unico per musei o itinerari trasversali. Perch se tutti concordano su una nuova modalit di valorizzazione del patrimonio museale, su cosa in effetti si intenda con questo termine gli equivoci permangono. Per alcuni, assessori al turismo in testa, si tratta soltanto di intensificare lattivit promozionale, in ogni modo, invadendo gli aeroporti di manifesti, con spot televisivi, facendo viaggiare le opere darte come fossero gadget, partecipando in massa (anche di funzionari e politici) alle varie bit. Non una di queste mosse ha prodotto, negli ultimi anni, effetti minimamente apprezzabili.
Sono rimaste al palo, invece, le misure indicate dalla parte pi attenta di studiosi e operatori: valorizzare cio non soltanto il singolo museo ma il contesto storico e territoriale a cui appartiene, puntando su quello che secondo Salvatore Settis laspetto pi esaltante dei musei europei, la contiguit con un tessuto culturale che connette le collezioni a chiese, palazzi, vie e piazze. Una peculiarit propria della nostra civilizzazione. In questo, in Sicilia, siamo indietro anni luce. Due esempi clamorosi: la Palazzina alla Cinese e il Villino Florio, entrambi inaugurati in pompa magna dopo decenni di chiusura, entrambi chiusi poche settimane dopo il disperdersi del suono delle fanfare e consegnati oggi a un destino incerto. Sarebbe cos difficile collegare, in un solo itinerario della Palermo tra Otto e Novecento e in solo biglietto cumulativo, il Villino Florio (regionale) e la vicina Villa Malfitano della Fondazione Whitaker (nel cui consiglio siede, per statuto, un rappresentante della Regione), e magari la GAM e il Teatro Massimo? O collegare la Palazzina del Marvuglia al percorso storico e naturalistico del Parco della Favorita in cui storicamente la cineseria inserita, chiudendo al traffico almeno Viale Ercole sino alla fontana neoclassica? La valorizzazione territoriale richiede misure non necessariamente dispendiose, ma presuppone che amministrazioni e istituzioni diverse si siedano intorno a un tavolo e elaborino una serie concorde di misure. Pi che un problema di finanziamenti, una questione di teste e di mentalit.



news

22-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news