LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Vendere? No, attendete il federalismo
Giovedì 22 Aprile 2010 PROVINCIA Pagina 23 - L'ARENA

LA PROPOSTA. Il deputato leghista Matteo Bragantini oggi sottoporrà il blocco delle alienazioni alla Bicamerale


Il Comune, anche se non ha fondi, fra pochi mesi potrebbe ottenere gli stessi beni a costo zero

«Bloccare la vendita dei beni demaniali in attesa del varo del federalismo fiscale»: è il senso della proposta che il deputato veronese della Lega nord, Matteo Bragantini, formalizzerà oggi in Commissione bicamerale. «Non c’è alcuna possibilità, né tanto meno il tempo, di predisporre una proposta di legge che rischierebbe dunque di diventare inutile. In Commissione bicamerale stiamo lavorando alla bozza del federalismo demaniale che dovremo presentare entro metà maggio: è qui che proporrò la valutazione di un provvedimento ad hoc che blocchi la vendita dei beni demaniali».
Al centro della questione c’è l’avviamento, da parte dell’Agenzia del Demanio, delle procedure per la vendita all’asta dei beni demaniali dismessi dallo Stato. La vendita, curata da una delle quattro agenzie fiscali che svolgono funzioni per conto del ministero del Tesoro, viene anticipata dalla proposta di acquisto (tecnicamente diritto di opzione) che l’Agenzia è tenuta a fare ai Comuni in cui tali beni ricadono.
Se un Comune non ha le condizioni economiche e finanziarie per la compravendita, il bene va all’asta. Fin qui l’Agenzia del Demanio e le sue esigenze di far quadrare i conti. Dall’altra parte ci sono i Comuni, ai quali il federalismo fiscale e demaniale (che dovrebbe diventare concretezza tra maggio e luglio) passerà questi stessi beni a costo zero.
Il primo sindaco italiano che si è trovato a confrontarsi direttamente con questa sorta di «schizofrenia» amministrativa è quello di Roncà, il leghista Roberto Turri. Il bene su cui si è accesa la discussione, anche politica, è l’ex base Lancio dell’aeronautica sul Monte Calvarina. E’ stato Turri a segnalare ai parlamentari del suo partito il problema chiedendo lumi. Chi se n’è fatto carico è stato il deputato Bragantini che, qualche giorno, fa ha presentato una specifica interrogazione a risposta immediata in Commissione finanze. L’esponente leghista ha chiesto lumi sui beni oggetto di vendita, e Daniele Molgora, sottosegretario all’Economia e alle Finanze, nel rispondergli, l’ha invitato a consultare l’elenco riportato nel sito dell’Agenzia del Demanio per conoscere l'elenco dettagliato dei beni sui quali gli enti locali non hanno esercitato il diritto di opzione all'acquisto e per i quali è attualmente aperta una procedura di vendita.
Stando sempre alla risposta di Molgora, «l’Agenzia riferisce, inoltre, che sono oggetto di cessione in favore degli enti locali immobili inseriti in protocolli d'intesa sottoscritti con i medesimi Enti con cui sono state concertate iniziative di valorizzazione e razionalizzazione». Salvo quando, come è accaduto per la Logistica, la valorizzazione venga soppiantata, nel giro di quindici giorni, dall’intenzione di avviare il procedimento per l’asta.
E’ stato nella sua replica che Bragantini ha annunciato la sua prossima iniziativa. Bragantini considera infatti «contraddittorio procedere alla vendita dei beni demaniali proprio nel momento in cui il Governo si accinge ad approvare uno schema di decreto legislativo sul federalismo fiscale». Secondo il deputato leghista così facendo c’è il rischio «che siano esclusi dal novero dei beni da trasferire a questi enti proprio quelli suscettibili di una più proficua utilizzazione e conservazione, come, ad esempio, gli immobili compresi nel patrimonio della Difesa considerati non più utili per i fini istituzionali». Di qui la proposta, che oggi approderà in bicamerale.P.D.C.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news