LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia capitale della cultura - Cos pu rinascere il territorio
Alessio Antonini
CORRIERE DI TREVISO 22 apr 2010




Festival Citt Impresa racconta le trasformazioni del Nord Est

Il Nord Est non mai buio. Basta atterrare una sera tardi in un qualunque aeroporto del Veneto, del Friuli Venezia Giulia o del Trentino Alto Adige per scoprirlo. E basta guardare una foto satellitare per accorgersi che le migliaia di luci che accendono la notte non sono una semplice macchia bianca su sfondo nero, ma linee e percorsi. Tracce di una societ complessa che si muove continuamente, che si sposta seguendo itinerari precisi. Per lavoro, per svago e per cultura. Quella stessa cultura che pu e deve diventare lo strumento di rinascita economica dopo la crisi. Quell'attrezzo necessario per risollevare le attivit del Veneto, del Friuli e del Trentino. Partendo proprio da Venezia, la capitale culturale di tutto il Nord Est. Quella gemma preziosa e fragile che ha bisogno del triveneto per sopravvivere e senza la quale tutto il triveneto sarebbe senza dubbio pi povero, ha detto ieri il neosindaco della citt lagunare Giorgio Orsoni durante la presentazione del Festival delle Citt Impresa che a partire da oggi si terr diffusamente nelle citt venete, friulane e trentine fino al 25 aprile. E questa volta la manifestazione culturale che ha il compito di raccontare le trasformazioni del Nord Est di questi anni per riflettere sul suo futuro ha anche un obiettivo preciso: creare le condizioni perch le tre regioni tramite la candidatura di Venezia, diventino la capitale della Cultura per il 2019. Un territorio per capitale, come recita lo slogan destinato comunque a cambiare anche in vista delle possibili e fatidiche Olimpiadi sportive del 2020. E in vista delle olimpiadi culturali (che si terranno in Italia e che saranno assegnate ufficialmente a Venezia dall'Unione europea solo nel 2012, in caso di vittoria contro le candidature di Siena, Ravenna, Ferrara, Matera e l'Aquila) a partire da oggi nei teatri e negli spazi di Rovereto (Trento), Schio (Vicenza), Camposampiero (Padova), Asolo, Montebelluna e Vittorio Veneto (Treviso), Maniago (Pordenone), Campoformido, Reana del Rojale e Tavagnacco (Udine). La scelta di candidare un intero territorio invece che una sola citt anche legata al fatto che per questa edizione del festival a fare da protagonisti sono i centri urbani, simbolo della trasformazione industriale degli scorsi decenni e oggi modelli di un sistema in movimento perch luoghi di sperimentazione e della vita culturale. Al festival, organizzato da Nordest Europa e dal Corriere della Sera parteciperanno l'inventore di Wikipedia Jimmy Wales, il premio nobel Micheal Spence, i big dell'economia Alessandro Profumo e Cesare Romiti, i registi Marco Bellocchio, Carlo Mazzacurati e Daniele Lucchetti e i politici veneti Renato Brunetta e Maurizio Sacconi a cui si affiancheranno oltre trecento relatori e molti imprenditori come Matteo Marzotto, Mario Moretti Polegato, Massimo Carraro, Fabio Franceschi, Andrea Tomat ed Enrico Marchi. Le ricadute economiche della nomina a capitale della Cultura per il Nord Est si trasformerebbero in undici milioni di visitatori in pi all'anno per un totale di oltre un miliardo di euro di fatturato per le tre regioni. A fronte di un investimento di circa novanta milioni di euro - fa notare Roberto Daneo l'uomo che ha contribuito a portare le Olimpiadi invernali a Torino e l'Expo a Miliano che in questo caso stato incaricato della ricerca economica sulla candidatura del Nord Est per il 2019 - Una cifra relativamente bassa per tre Regioni e una Provincia autonoma e che innescherebbe una serie di movimenti positivi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news