LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Attentato nel cantiere del Ponte: le cosche iniziano a farsi sentire
Peppe Caridi
www.strill.it, 20-04-2010

Marted 20 Aprile 2010 11:14

A Cannitello, nel cantiere della 'Variante' propedeutica alla realizzazione del Ponte, domenica sera stata bruciata una grossa trivella semovente.

Il tempestivo intervento della Polizia di Villa San Giovanni e dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria ha evitato che l'incendio si potesse propagare in altre zone del cantiere, e i pompieri hanno dovuto lavorare per oltre quattro ore per domare le fiamme.
Sulla natura dolosa, e 'ndranghetista, del fatto ci sono pochi dubbi: la "solita" telefonata anonima giunta puntuale, alle 09:45, mentre la trivella del cantiere bruciava, al Commissariato di Villa San Giovanni. Una denuncia che sa di rivendicazione.

Le indagini proseguono a tutto campo e sono guidate proprio dal Commissariato di Polizia di Villa San Giovanni: la trivella semovente apparteneva all'impresa "Sorige" di Palermo che dallo scorso 23 dicembre, giorno in cui sono iniziati i lavori, opera per conto della 'Societ Stretto di Messina'.
La trivella si trovava nei pressi del quartiere di 'Case Alte' a Cannitello, molto vicino alla stazione di servizio ovest della Salerno-Reggio, e serviva per effettuare sondaggi e carotaggi sul terreno non direttamente legati alla Variante di Cannitello ma invece fondamentali per la progettazione definitiva del Ponte stesso, in corso di stesura.

E proprio questo particolare fa pensare che le cosche iniziano a farsi sentire non solo in merito al "piccolo" cantiere della Variante di Cannitello, ma come se lanciassero un primo avvertimento in vista del Ponte. Una risposta, come per dire "noi ci siamo, facciamo quello che vogliamo e non abbiamo paura di nessuno" in risposta alle misure di controllo assicurate dal Governo e dal Ministero.

Circa un mese fa, a Roma, proprio per proteggere i cantieri che operano nella Variante di Cannitello, stato firmato un protocollo d'intesa proposto dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, tra la Prefettura di Reggio, la Societ Stretto di Messina, il contraente generale Eurolink (la Societ di progetto costituita dall'Ati guidata da Impregilo) e le organizzazioni sindacali. Un protocollo che stabilisce regole e prescrizioni a tutti i soggetti interessati proprio per impedire le infiltrazioni mafiose nei cantieri e assicurare la massima sicurezza alle imprese e alle maestranze.

I lavori della Variante di Cannitello, inoltre, sono direttamente collegati alla realizzazione del Ponte. L'assetto ferroviario di tutta l'area di Cannitello dev'essere modificato proprio per diventare funzionale al progetto della grande opera senza la cui prospettiva questi lavori, molto probabilmente, non sarebbero mai n partiti n progettati.
Il costo di questo intervento che serve per eliminare una di quelle che Pietro Ciucci chiama "interferenze" rispetto al Ponte, di circa 20 milioni di euro.

Intensificare i controlli da parte delle Forze di polizia, cos come sta avvenendo nei cantieri del sesto macrolotto dell'A3, diventa fondamentale per garantire il regolare prosieguo dei lavori.
La 'ndrangheta c' e si fa sentire, ma non pu anzi non deve continuare ad essere l'alibi che fino ad oggi ha giustificato il sottosviluppo e l'arretratezza del mezzogiorno.

Contrastarla, affermare la presenza dello Stato e garantire la realizzazione di quelle infrastrutture che il nuovo Governatore della Calabria Scopelliti considera fondamentali per lo sviluppo della Regione, significherebbe finalmente riportare in Calabria, semplicemente, un p di "normalit".

http://www.strill.it/index.php?option=com_content&task=view&id=66512


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news