LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E ora arriva o condono. Con un decreto il governo ferma gli abbattimenti di edifici abusivi in Campania.
Alessandro De Pascale
TERRA 24/04/2010

Legambiente: Esultano speculatori e camorristi. Il giudice Magi: Vanificati anni di lavoro

Sono sospese fino al 30 giugno 2011 le demolizioni degli immobili destinati esclusivamente a prima abitazione nel territorio della Regione Campania. il testo del nuovo decreto legge approvato ieri mattina dal Consiglio dei Ministri che ferma le ruspe e gli abbattimenti di immobili abusivi in Campania. Era nellaria da giorni, tanto che il commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ha denunciato che in questi giorni gli ordinativi di cemento e materiali edili sono aumentati del 20 per cento per ricominciare subito a costruire. Un decreto ponte, in attesa che il neo presidente della Regione del Pdl, lex socialista Stefano Caldoro, riapra i termini dellultimo condono, quello del 2003. Che in Campania era stato bloccato dalla precedente giunta Bassolino con due provvedimenti poi dichiarati illegittimi dalla Corte Costituzionale. Del resto il Pdl aveva promesso di fermare le ruspe gi durante la campagna elettorale. Abbiate fiducia in noi, lunica speranza quella di arrivare al governo regionale, poi il nostro governatore si assumer la responsabilit di non demolire nemmeno un pilastro di questi edifici, aveva promesso ai campani il ministro delle Pari opportunit, Mara Carfagna. Mentre a Castellammare di Stabia, sempre in campagna elettorale, il ministro per lAttuazione del programma, Gianfranco Rotondi, assicurava: Troveremo il modo per bloccare gli abbattimenti delle abitazioni abusive.
Tanto che per sancire una pax elettorale il Prefetto di Napoli ferm gli abbattimenti durante le elezioni. Ma ora le ruspe avevano ripreso a lavorare. Gioved erano partiti gli abbattimenti a Torre del Greco (Na) ma il sindaco del centrodestra Ciro Borriello critica il decreto: come se una persona commettesse una rapina senza finire in carcere.
Le abitazioni abusive, individuate dalla procura di Napoli sono 66mila. Del resto il secondo business della camorra, dopo i rifiuti, proprio il cemento selvaggio. La fotografia scattata da Legambiente impietosa: 60mila nuove case abusive costruite negli ultimi dieci anni. mese e 16 ogni giorno. Una piaga concentrata soprattutto nella provincia di Napoli, a Casal di Principe, sulla Costiera amalfitana e nelle isole di Capri, Ischia e Procida. Oltre 9.000 le domande di condono, presentate solo a Ischia: quasi una ogni due famiglie. Per grandi e piccole colate di cemento spesso in aree vincolate, pari al 60 per cento del territorio campano. Gli ambientalisti sono sul piede di guerra. Larrivo del decreto, il giorno dopo lEarth day, un brutto segnale. Una decisione molto grave - denuncia Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania - che dar nuovo ossigeno allillegalit e alla malavita, a fronte di un tentativo di superare che da anni attanagli a la Campania. Il testo iniziale, presentato dal senatore napoletano Carlo Sarro, condannato ieri dalla Corte dei Conti a versare 40mila euro nelle casse del Comune di Piedimonte Matese (Ce), di cui era sindaco, per aver mal organizzato il sistema di raccolta dei rifiuti, per fortuna stato modificato. La Lega ha preteso che le demolizioni continueranno per gli immobili abusivi realizzati in zone sottoposte a vincoli, paesaggistici e ambientali, e di quelli che costituiscono un pericolo per lincolumit pubblica o privata. Le ruspe erano partite in seguito a una mappatura dellillegalit realizzata dal Corpo Campania in elicottero e confrontando le immagini registrate con i dati catastali. Anni di lavoro andati in fumo, per decreto. Secondo il rapporto Ecosistema rischio di Legambiente, in Campania l86 per cento dei Comuni a rischio idrogeologico e manca una seria politica di manutenzione del territorio. Inoltre l81 per cento delle amministrazioni ha abitazioni nelle aree golenali, negli alvei dei fiumi e in zone a rischio frana. Mentre il 25 per cento ospita nelle aree pericolose interi quartieri, scuole, ospedali e alberghi. Non sono bastati i morti di Ischia e le tragedie come Sarno - spiega Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd - a denunciare che labusivismo una piaga di questo Paese, leconomia, alimenta gli appetiti criminali e fa pagare alla collettivit prezzi altissimi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news