LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GENOVA - Carlo Felice, lallarme di Cofferati "Il decreto Bondi colpo di grazia"
COSTANTINO MALATTO
DOMENICA, 25 APRILE 2010 LA REPUBBLICA - - Genova

"Cos pi difficile uscire dal commissariamento"

"Senza sgravi fiscali, non si pu pretendere che i privati finanzino la lirica"


La tempesta che si riversata sui teatri dellopera italiani non ha preso in contropiede Sergio Cofferati, eurodeputato del Pd. Lui la situazione disastrosa delle fondazioni lirico-sinfoniche la conosce bene. Sia come appassionato sia per essere stato, da sindaco di Bologna, il presidente della fondazione Teatro Comunale di quella citt. Ma se la situazione davvero drammatica, dice Cofferati, quanto proposto dal decreto Bondi - che dovrebbe andare alla firma del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, domani o marted - finisce per essere inefficace e dannoso. La bocciatura da parte di Cofferati del provvedimento legislativo varato dal consiglio dei ministri secca: Il decreto Bondi il classico topolino partorito dalla montagna. Che non risolve niente e fa solo danni.
Per anche lei, Cofferati, deve ammettere che la situazione delle fondazioni liriche in uno stato precomatoso...
Ma certo con quel decreto non si migliorano le cose, anzi. vero per che il futuro di quasi tutti gli enti lirici, se si fa eccezione per la Scala di Milano, si annuncia difficile. Ragione per cui un intervento adeguato avrebbe dovuto riguardare la riforma delle fondazioni liriche.
E invece?
Invece il decreto Bondi interviene sulla contrattazione collettiva. Che non di competenza del governo.
Riconosca che la difesa corporativa attuata dalle organizzazioni sindacali fa a pugni con il risanamento delle fondazioni...
Ma i sindacati sanno benissimo che gli attuali costi di produzione sono insostenibili e che devono comunque collaborare alla loro riduzione. La strada quella, credo che nelle organizzazione sindacali ci sia questa consapevolezza. Ma certo se li privi della loro autonomia, ne scateni le reazioni. E infatti quello che sta accadendo un po in tutti i teatri.
Torniamo alle fondazioni: per quanto i costi di gestione possano calare, ovvio che le risorse dello Stato e quelle che vengono dai biglietti non bastano comunque a coprirli. E dunque?
Allora bisogna adottare un modello di governance che favorisca lingresso dei privati. Ma non si fa niente per attirarne linteresse.
Eppure lingresso dei privati auspicato da tutti...
Peccato che non si faccia lunica cosa che potrebbe attirarli.
Vale a dire?
Fornire dei vantaggi fiscali a chi investe nelle fondazioni. Come accade nel mondo anglosassone. Parlo non a caso di investimento: filantropi ce ne sono pochi, gli investitori potrebbero essere ben di pi se le condizioni fossero diverse.
Inizialmente il decreto Bondi prevedeva dei teatri di serie A - Scala e Santa Cecilia di Roma - e tutti gli altri di serie B. giusto?
Credo che la situazione della Scala effettivamente sia particolare e dunque andrebbe tenuta separata da quella degli altri teatri. Questi per dovrebbero partire alla pari. Senn il risultato sar quello di scatenare una campagna campanilistica.
In questo quadro drammatico la situazione del Carlo Felice sembra ancora pi delicata...
Oltretutto il teatro genovese ancora commissariato. E tornare alla normale gestione in questa situazione ancora pi difficile.
Sarebbe forse auspicabile una proroga del commissariamento?
Non conosco le condizioni economico-finanziarie, non sono in grado di dire se sono tali da permettere la fine del commissariamento. Ma certo che, se le condizioni sono sufficienti a consentire la gestione ordinaria, allora prima finisce il commissariamento meglio .
Poi c anche la spaccatura sindacale, che qui sembra pi estesa che in altre citt.
I rapporti sindacali sono tesi in quasi tutti i teatri. Va da s che le divisioni non aiutano, n nella vita normale n nelle situazioni di emergenza come questa.
Cofferati, c un futuro per la lirica in Italia?
Temo una diaspora corporativa, il tentativo di far considerare il proprio territorio diverso da quello degli altri. Questo porterebbe soltanto a una frantumazione sociale, non alla soluzione dei problemi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news