LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Opere d'arte recuperate, segnale di speranza
LA SICILIA Messina (27/04/2010)




Presto il patrimonio artistico torner nella chiesa di S. Nicola. Chiesta la medaglia d'oro per i vigili del fuoco

Mauro Cuc
Recuperare il patrimonio artistico per recuperare l'identit e le memorie di un intero villaggio. Perch quel mondo che in molti dimenticano o non conoscono deve essere riportato alla vita. Non pu, non deve restare sepolto dal fango che ha gi sotterrato vite umane ed emozioni. Si comincer dal restauro conservativo della colonna votiva crocifera e del "piliere" finanziato dai tre club di Rotary di Messina, ma si andr avanti con altri significativi interventi.
Ieri mattina a presentare la prima iniziativa sono stati proprio i tre presidenti del Rotary, Arcangelo Cordopatri (Rotary Messina), Domenico Pellegrino (Rotary Stretto) e Franco Olivo (Rotary Peloro), assieme al sindaco Buzzanca, al sovrintendente Rocco Scimone, alla responsabile della funzione 3 dell'ufficio commissariale Giovanna Fam, alla responsabile della sezione Beni storico-artistici della Sovrintendenza, Grazia Musolino, e alla restauratrice Rosaria Catania Cucchiara.
Proprio la dott.ssa Catania sta curando il recupero degli elementi decorativi della colonna votiva crocifera e del piliere seriamente danneggiati dall'alluvione e dalle frane, che sar concluso a met maggio. La colonnina crocifera, secondo la tradizione, venne eretta sul luogo dove era ubicata una polveriera che esplose dando la morte ai soldati spagnoli che, nel 1674, avevano osato profanare il dipinto della Piet.
uno dei nostri modi di essere al fianco delle comunit colpite dall'alluvione ha detto Domenico Pellegrino del Rotaru Stretto che assieme agli altri due club service del Rotary ha finanziato gli interventi Vogliamo lasciare un segno per dare un segnale di rinascita.
Quello che successo il 1. ottobre non pu essere dimenticato ha aggiunto il dott. Arcangelo Cordopatri, presidente del Rotary Messina e il recupero di questi due monumenti rappresenta un segno di speranza. I nostri club service sono stati al fianco della popolazione colpita con gesti concreti portati dai soci del Rotaract, questo invece vuole essere un gesto simbolico, un segnale di tipo culturale. Ma l'inizio di un percorso che nei prossimi mesi pu portare ad altre iniziative.
Il presidente del Rotary Peloro, Franco Olivo, si invece soffermato sull'importanza dell'immenso patrimonio artistico di questi borghi, sottolineando come Giampilieri sia in realt il simbolo di tutti i luoghi colpiti dall'alluvione, a cui rivolta l'iniziativa dei club service. Olivo ha poi comunicato che il prossimo 13 maggio il Rotary consegner il premio "Activae Civitati" al Comando provinciale dei vigili del fuoco di Messina proprio per la grandissima opera svolta in quei drammatici momenti. A tal proposito, proprio nei giorni scorsi, il sindaco Buzzanca ha firmato la richiesta, gi inviata al Ministero dell'Interno, per assegnare la medaglia d'oro al merito civile ai vigili del fuoco. Intanto, la popolazione di Giampilieri aspetta che il patrimonio artistico messo in salvo in quei giorni dalla chiesa di S. Nicola venga ricollocato. A oggi le opere sono conservate al Seminario Arcivescovile. Tra i pezzi di maggior pregio un consistente patrimonio pittorico risalente a XV, XVI e XVII secolo. Tra queste opere una splendida tavola della scuola antonelliana della seconda met del 1400 e un importante dipinto "La Piet" del pittore messinese Barbalonga (allievo del Domenichino), risalente al XVII secolo. Il quadro conosciuto come l'Addolorata si lega a un episodio storico avvenuto a Giampilieri e a un miracolo. Nel 1674, infatti, secondo alcune ricostruzioni storiche gli spagnoli volevano rubare il quadro ma non riuscendoci lo sfregiarono. A quel punto dalla lacerazione cominci a fuoriuscire sangue. Ma dalla chiesa di S. Nicola i vigili del fuoco e i tecnici della Sovrintendenza hanno portato via anche alcuni pezzi di un prestigioso patrimonio di arte serica (tessuti, ricami) del XV secolo e un crocifisso ligneo del XVII secolo. In quei tremendi giorni racconta la dott.ssa Giovanna Fam, responsabile della Funzione 3 una grande opera stata fatta per trasportare queste opere e metterle al sicuro. Opere che come ha sottolineato la responsabile della Sezione beni storico-culturali della Sovrintendenza, Grazia Musolino appena sar possibile torneranno nella chiesa di Giampilieri.
Tra i progetti di Palazzo Zanca anche quello di riqualificare la scalinata che porta al Santuario della Madonna delle Grazie. Da l passa la processione della statua della Madonna il primo sabato di luglio e l'ultima domenica di agosto.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news