LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sul «Muro» s’abbattono critiche e polemiche
Martedì 27 Aprile 2010 CRONACA Pagina 15 L'ARENA




INTERVENTI. Fa discutere la nuova struttura progettata per la Bra




Valpiana: «Non ha alcun senso» Le guide: «Farà irritare i turisti»

Il monumento al crollo del Muro di Berlino, che l'Amministrazione comunale vuole posizionare in piazza Bra, pone tre ordini di problemi. Lo sostiene Mao Valpiana (Verdi della Colomba) che si chiede:«Qual è il significato che si vuole attribuire a questo monumento? Gli studiosi storici e gli analisti non hanno un'unica interpretazione delle vicende del 1989. Che il Muro sia caduto è un fatto: ma chi veramente l'ha fatto cadere? Qualcuno sostiene che sia stata l'implosione del regime sovietico. Qualcuno dice la vittoria del modello occidentale. Alcuni indicano nella Chiesa e in Papa Wojtyla i protagonisti principali, mentre altri individuano nella politica disarmista e di pace di Gorbaciov il motivo decisivo; c'è anche chi sostiene che gli attori principali siano stati i movimenti di resistenza civile nonviolenta dell'est, mentre altri ancora leggono il 1989 come il proseguimento del 1968, cioè la vittoria delle società aperte sulle società chiuse. Tutti, però, sono concordi nel valutare che il 1989 ha aperto la strada alla società globalizzata»,
E, ancora, si chiede Valpiana, «cosa vuole celebrare questo monumento? Molti monumenti cittadini sono ispirati da eventi della storia veronese o in cui sono stati coinvolti cittadini veronesi. Non si capisce, invece, quale sia il nesso tra il Muro e la nostra città. Non c'è memoria, che si sappia, di qualche veronese morto fuggendo da Berlino est verso Berlino ovest. E poi molti altri eventi di portata storica meriterebbero di essere ricordati alla pari del Muro come, ad esempio, i giovani caduti per la libertà in Piazza Tienanmen a Pechino».
Il monumento sarà costituito da un "finto" pezzo del Muro di Berlino, alto tre metri e largo due, di calcestruzzo, con finti murales dipinti. «Pensavamo che la finta Venezia ricostruita a Las Vegas fosse il massimo del cattivo gusto», commenta Valpiana. «Ma ora avremo un pezzo di finta Berlino ricostruito a Verona. Inoltre, un ingombro di tal genere, posto nei giardini davanti alla Gran Guardia, impedirà la vista dell'Arena da quel lato della piazza. Ci chiediamo come la Soprintendenza abbia potuto dare il permesso per un'operazione così kitsch, mentre si polemizza anche sui colori pastello delle tende del Liston».
Sulla vicenda del Muro interviene anche l’associazione degli accompagnatori e delle guide turistiche autorizzate Ippogrifo che in una nota commenta:«Dopo il muro dell'amore, il muro di BerlinTosi. Verona diventerà famosa non solo per i veri messaggi d'amore sui muri alla casa di Giulietta, ma anche per i falsi graffiti su un muro fasullo. Ci interessa sottolineare, come operatori del turismo, quanto incomprensibile sarà quel muro per gli stessi turisti, non solo tedeschi, che in visita a Verona chiederanno spiegazione di un simile capolavoro e quale collegamento vi sia con la città di Giulietta, a pochi metri dalla fontana che celebra il gemellaggio con Monaco».
E, sostiene la nota dell’Ippogrifo, «appena il turista svolterà l'angolo di corso Porta Nuova sarà respinto da una barriera di graffiti posticci; a seguire, il parcheggio taxi. Perfino Berlino è stata più discreta: solo brevissimi tratti del muro (vero), in alcune zone (non monumentali), esibiscono (e là giustamente) la memoria di quel che fu. L'allestimento teatrale in Bra sarà completato da alpini e jeep mimetiche del celebre scenografo Roberto Maroni»



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news