LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - No al Parco dei Peloritani All'Ars vince la solita "lobby"
Lucio D'Amico


Il Comitato promotore: avrebbe un effetto benefico sul piano economico


Era un'occasione, ma l'Ars ha deciso di sprecarla. Salta l'istituzione del Parco dei Peloritani. L'emendamento, presentato e difeso con forza dal deputato messinese Filippo Panarello (che aveva fatto proprie le ragioni del Comitato promotore presieduto dal prof. Giuseppe Giaimi), stato bocciato durante la maratona d'aula dedicata al bilancio regionale.
Le motivazioni addotte riguardano in particolare il presunto mancato coinvolgimento delle comunit locali nell'iter istitutivo. Ma del Parco dei Peloritani si va discutendo dall'inizio degli anni Settanta. La proposta era antecedente a quella dei Parchi istituiti successivamente (Etna, Nebrodi, Parco fluviale dell'Alcantara). Negli ultimi quattro anni il Comitato presieduto da Giaimi ha incontrato decine e decine di amministratori, ha partecipato a un'infinit di incontri e dibattiti pubblici, ha elencato i punti a favore della nascita del Parco, soprattutto dal punto vista economico. Giaimi l'ha sottolineato pi volte: I Peloritani sono gi un Parco, sia dal punto di vista fisico sia sotto l'aspetto formale. Nell'area individuata ricadono integralmente ben 9 Siti di interesse comunitario (Sic), una Zona di protezione speciale (Zps), la Riserva naturale di Monte Scuderi, oltre 11 mila ettari di Demanio forestale, una serie di importanti siti archeologici. Tutta la zona, inoltre, risulta sottoposta a vincoli idrogeologici e, in buona parte, anche al vincolo paesaggistico. Ed qui che si svela la stupidit di chi avversa il Parco: Non istituirlo ha spiegato il presidente del Comitato promotore significa soggiacere alle limitazioni imposte dalle leggi e dai regolamenti di riferimento, senza sfruttare i vantaggi che un Parco comporta. Insomma, puro e semplice autolesionismo.
Non si tratta di dar vita all'ennesimo "carrozzone" lottizzato politicamente (il rischio che gli Enti Parco lo diventino reale), ma di dare la possibilit al territorio dei Peloritani di darsi un modello coerente di sviluppo sostenibile, di intercettare importanti risorse, di creare una rete imprenditoriale di microaziende operanti nei settori dell'agricoltura biologica, del turismo rurale, della valorizzazione delle biodiversit, della tutela dei beni culturali, paesaggistici e ambientali. Ma a Palermo, cos come a Messina, resiste la "lobby" del cemento, cos come quella dei cacciatori (e dei bracconieri).
Panarello non si d per vinto: Nelle prossime settimane presenter un disegno di legge per l'istituzione del Parco. Certo, se si fosse approvato l'emendamento, i tempi sarebbero stati molto pi celeri, cos come accaduto nel 2009 per il Parco dei Sicani. Il deputato del Pd lancia frecciate anche verso alcuni colleghi parlamentari messinesi (dall'on. Nino Beninati al sindaco Buzzanca): Non si sono certo mobilitati, anzi dire accaduto l'esatto contrario. E la vera motivazione del "no" nelle dichiarazioni rilasciate da Beninati all'Ars: Se tuteliamo tutto l'ambiente, chiudiamo l'attivit venatoria, rinunciamo ai 12 milioni di euro incassati per i tesserini. Come si farebbe senza quei soldi...

http://www.gazzettadelsud.it/NotiziaArchivio.aspx?art=63130&Edizione=13&A=20100430


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news