LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Botta e l'architettura nel rispetto della terra madre
Lara Treppiede
artevarese, 28-4-2010

L'architetto Mario Botta torna a Varese il giorno seguente ai funerali dell'amico Giuseppe Panza di Biumo. Lo fa per incontrare il pubblico nell'ultima conferenza del ciclo dedicato ai Diplomi 2010 dell'Accademia di Mendrisio.

Varese:
L'architetto Mario BottaL'architetto Mario Botta
Un ricordo dovuto - "Oggi siamo tutti un p pi poveri per aver perso una persona su cui potevamo contare", con queste parole esordisce l'architetto svizzero Mario Botta di fronte ad una sala gremita di gente. Il primo ricordo va all'amico di lunga data Giuseppe Panza di Biumo, "vicino anche alla realt accademica di Mendrisio essendo membro del futuro Museo dell'architettura su cui stiamo lavorando", prosegue Botta. L'architetto stato introdotto dal giornalista e amico Cesare Chiericati e da Andrea Ciotti, giovane architetto promotore delle iniziative cittadine legate ai Diplomi 2010. Ultimo appuntamento con i grandi nomi dell'architettura contemporanea che hanno coinvolto e affascinato i varesini negli ultimi mesi e che stanno seguendo i gruppi di lavoro nelle aule dell'Accademia: "Gli studenti stanno lavorando tantissimo", ricorda Ciotti. Si visto poco finora in merito ai progetti studiati su Varese; Botta ha mostrato immagini del grande plastico della citt che ne mostra la ricchezza orografia dal lago al Sacro Monte. Mario Botta, oltre ad essere Direttore dell'anno di diploma dirige un gruppo di studenti alla scoperta di Varese e in particolare della zona di Piazza Repubblica.

Il pubblico in salaIl pubblico in sala
Il coraggio delle proprie idee - "Sognatore e pragmatico che sapeva dove era o non era possibile arrivare" dice Botta di Panza. "Quella delle Cappelle del Sacro Monte era stata una proposta interessante quanto problematica: riproponeva il cammino del Rosario in chiave nuova conoscendo il limite per cui il Sacro Monte del Bernascone come lo conosciamo compiuto. La proposta pu avere un significato illuminante in quanto rovescia la linea di forze esistente. Ne ho parlato con Giuseppe Panza di questa idea e anche lui ammetteva di non avere certezze in merito. La trasformazione del territorio sempre impietosa anche perch non vince solitamente l'idea pi forte ma quella pi realista anche quando non la migliore".

Un giardino o il teatro - L'area con cui si confrontano i giovani guidati da Mario Botta tra le pi discusse dell'intero territorio cittadino. I diplomandi guardano a questa con l'obiettivo di (ri)scoprire una nuova centralit urbana. Una prima planimetria cittadina del 1572, una seconda del 1925 seguite da foto e cartoline storiche della Piazza. Con queste immagini l'architetto Ticinese ha introdotto l'argomento Piazza Repubblica: "Solo le nostre generazioni sono testimoni di una rapidit di trasformazione culturale come quella avvenuta negli ultimi decenni - continua Botta - soprattutto in una zona come questa che fa da collegamento tra il nucleo storico e il colle su cui sorta l'Universit". I 12 studenti dell'atelier stanno elaborando visioni molto personali: "C' tra loro chi tende alla conservazione dell'esistente, chi propone di consolidare con nuove identit urbane, chi pensa alla realizzazione di un grande giardino". Certo le
I relatori e Laura Gianetti Pres.Ordine Architetti VareseI relatori e Laura Gianetti
Pres.Ordine Architetti Varese
diverse proposte sono tutte possibili in questa fase del progetto anche perch non devono (fortunatamente) tener conto delle scelte politiche, di costi e di altri limiti esistenti nell'architettura contemporanea. "Il teatro o non teatro, il giardino o altre idee nascono spontaneamente dalla sensibilit dei ragazzi in un ambito come quello della scuola che deve in ogni modo dare degli stimoli", conclude Botta.

Coraggio Varese! - "Varese una citt difficile da connotare, relativamente giovane, che deve cercare dentro s stessa il futuro. Sono tante le aree obsolete da abbattere o lotizzare per rifare - dichiara Botta - il passato importante e si deve dove si pu tentare di renderlo vivo ancora oggi". L'appello finale va ai colleghi numerosi anche in sala: "Tocca a noi porci il problema della memoria, utilizzarla come denominazione comune con cui fare i conti al di l delle scelte politiche, degli elementi strutturali, tecnici, funzionali. La Terra Madre,
Botta e un'immagine di Piazza RepubblicaBotta e un'immagine
di Piazza Repubblica
coma la Donna Madre di Moore deve alimentare i ragionamenti, dare dei riferimenti con cui dialogare con il passato. Le tracce del tempo, i catasti, le orme lasciate in citt ci dovrebbero dire delle cose, aiutarci nella creazione del futuro".

La firma di Botta - Da Bergamo a Seoul l'architetto svizzero ha presentato una serie di progetti recenti. Partendo proprio dal Centro Pastorale Papa Giovanni a Seriate in provincia di Bergamo, alla Scala di Milano, alla Chiesa del Santo Volto di Torino, la Campari di Sesto San Giovanni e oltre confine italiano, la cantina a Chteau Faugres vicino a Bordeax, il Museo a Charlotte in Nord Carolina e il Museo d'Arte Samsung di Seoul, Corea del Sud. Sono alcuni dettagli, alcuni escamotage che fanno lo stile di Mario Botta, che si leggono in diversi e disparati progetti a distanza di tempo e di kilometri. La luce ricopre un ruolo fondamentale, spesso volutamente lasciata quella zenitale, altre volte come nel caso del Museo di Seoul artificiale e soffusa per motivi di conservazione delle opere esposte. Botta dialoga con le culture in cui si trova a dialogare: colpito dall'enorme crescita di Seoul, da 14 mila e 14 milioni di abitanti dopo il boom dei giochi olimpici degli anni Sessanta si trovato a realizzare un museo per la storia delle culture asiatiche accanto ad altre due costruzioni alla sua contemporanea simboli di tradizioni e culture differenti dalla nostra.

www.varese110elode.ch


Lara Treppiede



news

19-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news