LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - I tagli alla cultura - Duse, ultimo atto. "A settembre chiudiamo"
ELEONORA CAPELLI FRANCESCA PARISINI
MARTEDÌ, 01 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Bologna

Tagliato l´Eti, per gli altri enti decurtazione del 50%

Graziate (per ora) Filarmonica e Accademia delle Scienze, Cattaneo e Giovanni XXIII

Il direttore Marco Montanari: "Adesso pare proprio finita, ma spero ancora nella Cancellieri"

Il GoVerno conferma la soppressione dell´Ente Teatrale Italiano, e il Teatro Duse rischia la chiusura prima della prossima stagione. Si salvano invece altre quattro istituzioni bolognesi, che erano finite nella "lista nera" della manovra da 24 miliardi varata dal Governo. Ma anche per chi festeggia lo "scampato pericolo", le risorse saranno ridotte del 50%: sarà il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi a dettare le regole, con un decreto entro 60 giorni. Il dietrofront del Governo, che ha stralciato l´elenco delle 232 istituzioni cui sospendere i finanziamenti, non è bastato però a salvare il Duse. «Se non succede un miracolo, salta la prossima stagione - dice il direttore del teatro, Marco Montanari -: da settembre dovremo cominciare a staccare i quadri dalle pareti, sembra davvero finita. Non m´arrendo, farò l´impossibile, confido nelle parole del Commissario. Ma è uno scenario così incredibile che è difficile persino reagire».
Il destino dell´Eti era appeso infatti a un documento diverso, che prevedeva la soppressione anche di altri 19 enti. Sei istituti si sono salvati, come l´acquario di Napoli e l´Istituto Nazionale di Astrofisica, mentre per altri 14, tra cui l´ente del Teatro Duse, è stata decretata la soppressione. Dal Ministero fanno notare che nessun dipendente perderà il posto, perché il decreto firmato ieri dal presidente Napolitano prevede che i lavoratori in forza allo storico teatro bolognese passino al Ministero per i beni e le attività culturali, nell´ambito della direzione generale per lo spettacolo dal vivo. Ma con il Duse calerebbe il sipario su una pagina storica della cultura bolognese, un palco attivo fin dalla metà del ‘600. Dopo giorni di petizioni, annunciate manifestazioni di piazza, solidarietà di intellettuali, impegni del commissario Anna Maria Cancellieri, la "doccia fredda" arriva in un clima di ottimismo, in attesa di conoscere le modifiche della manovra.
Resta la preoccupazione anche per le istituzioni culturali finora "graziate": l´Accademia Filarmonica, collegata all´Orchestra Mozart di Claudio Abbado, l´Accademia delle scienze, l´istituto Carlo Cattaneo e la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII. «Adesso speriamo di salvarci dal "repulisti" del Ministro - dice Antonio Manzoli, direttore dell´Accademia -, abbiamo le carte in regola ma qui non si può mai stare tranquilli». «Spero solo che questa vicenda serva a far percepire un po´ di più ai bolognesi il valore di alcune cose che danno per scontate - dice Alberto Melloni dell´Istituto per le scienze religiose, centro studi fondato da Giuseppe Dossetti -. In questo momento, con la mancanza di organi democratici al lavoro, nessuno ha aperto bocca. Questa è la prima iniziativa tenuta a battesimo dalla Lega, la forza che dice di volersi candidare a governare la città».



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news