LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA -Via D´Azeglio non dà retta alla Soprintendente "Due mani di vernice, non siamo restauratori"
MERCOLEDÌ, 02 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Bologna



Uomo Ascom

Pierluigi Sforza difende gli interventi nel centro storico. "Gli edifici vincolati li lasciamo ai professionisti"





Sforza è presidente del comitato di esercenti di via D´Azeglio

«Noi e i nostri volontari abbiamo semplicemente ritinteggiato i muri. Non abbiamo seguito il protocollo della Soprintendenza. Quella è roba da restauratori». Il presidente del comitato D´Azeglio di Ascom, Pierluigi Sforza l´ammette senza un attimo di esitazione: il prezioso vademecum stilato dall´ente di tutela dei Beni Architettonici è rimasto nel cassetto.
«Pulire seguendo quelle tecniche sarebbe troppo costoso e ci si metterebbe moltissimo tempo», spiega Sforza, che ha seguito di persona i lavori di ripulitura di via D´Azeglio. Senza contare che non si può chiedere a volontari reclutati tra commercianti e cittadini di usare tecniche da professionisti. «L´unico edificio che non abbiamo ridipinto è la Chiesa dei Celestini, perché è vincolato dalla Soprintendenza».
Sforza, ma lei lo sa che il protocollo è stato fatto apposta per dare indicazioni su come pulire gli edifici?
«Io penso che quel protocollo si riferisca agli edifici sotto vincolo del ministero, non a tutti i palazzi del centro storico».
Quindi voi come avete proceduto, nel tratto pedonale di via D´Azeglio?
«Abbiamo coperto le scritte, come si è sempre fatto. Dando quattro mani di vernice anziché due, quando si faceva più fatica a coprire le scritte».
Ma la Soprintendente, nella sua lettera ad Ascom, precisa che la «copertura dei graffiti con strati di vernice aggiunge danno al danno».
«La Soprintendente fa riferimento a tecniche di restauro, più che di semplice pulizia. Se abbiamo sbagliato naturalmente ne risponderemo, ma noi abbiamo proceduto come si fa normalmente: coprendo le scritte con molte mani di vernice. Tra l´altro le tecniche indicate dalla Di Francesco sono molto più costose, e le cose, quando diventano troppo onerose, finisce che non si fanno».
In che senso?
«Nel senso che se dovessimo procedere in quel modo ci vorrebbe molto tempo per pulire poche superfici, e si spenderebbe molto di più. Col rischio che poi alla fine si decide che conviene non fare nulla. Ovviamente, se ci viene detto che dobbiamo ripulire in quel modo lo faremo, ma deve essere chiaro che sarà difficile riuscirci. Così rischiamo di bloccare l´operazione graffiti, anche perché al lavoro ci sono dei volontari, non dei professionisti».
I volontari come li avete reclutati?
«Tra la gente. Ci sono i commercianti e i loro conoscenti. Noi abbiamo informato i familiari e gli amici. Al Dall´Ara sono intervenuti i tifosi. Non si tratta di una chiamata alle armi in piena regola. Nessuno è stato reclutato. Aiuta chi può, in maniera artigianale».
E il consorzio Cires?
«Loro sono i tecnici che devono sovrintendere i lavori. Spiegano ai volontari come fare e si occupano degli edifici più impegnativi».
Sono pagati da Ascom?
«Sì, esatto. Ogni strada paga la sua pulizia».
Quanto avete speso finora?
«Non lo so, perché paghiamo di volta in volta. Io, come presidente del comitato di via D´Azeglio, mi occuperò solo della mia "fetta" di città, in ogni caso».
(silvia bignami)



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news