LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE -Il bilancio e gli immobili. Alienazioni, Palazzo Vecchio va a rilento
ERNESTO FERRARA
MERCOLEDÌ, 02 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Firenze


La giunta Renzi ha previsto una cifra astronomica, finora solo una vendita da 804mila euro


Alienazioni, il piano di Palazzo Vecchio annaspa. Nel bilancio di previsione 2010 approvato a fine marzo la giunta Renzi ha segnato la cifra stratosferica di 192 milioni di euro di entrate derivanti dalla cessione di immobili. Ma per ora nulla è stato venduto. E anzi ancora nessuno dei palazzi dichiarati alienabili è finito in un bando d´asta. La procedura è molto lunga: occorrono i via libera della Soprintendenza e le varianti urbanistiche per rendere appetibili beni che mantenendo sulle carte urbanistiche le funzioni attuali (scuole, servizi pubblici) non hanno mercato. Si prevede che la prima asta che comprenda palazzi finiti nell´ultimo elenco dei beni alienabili possa esser fatta a luglio (comprenderà immobili come quello di via delle Conce e via dei Conciatori per cui non c´è bisogno di varianti), la seconda in ottobre. E´ invece improbabile che si istituisca entro l´anno il fondo immobiliare di cui aveva parlato l´assessore al bilancio Falchetti e che sarebbe servito a cedere ad una banca i propri beni per incassare subito qualcosa e, dopo la procedura di vendita a cura dello stesso istituto di credito, il resto. «Per ora il fondo rimane sullo sfondo», ha ripetuto anche qualche giorno fa con una battuta il sindaco Renzi agli uffici.
Nel frattempo dall´unica asta pubblica del mese di aprile, in cui sono finiti in vendita beni individuati nel novero di quelli cedibili dalla giunta precedente, non arrivano dati confortanti. Si erano messi all´asta beni per 6 milioni di euro. Invece, nelle casse comunali sono arrivati appena 800 mila euro. Poco più del 10% dell´intera somma prevista. Dei sei lotti proposti nell´avviso d´asta pubblica (complesso immobiliare di viale Michelangelo per 2 milioni e 930 mila euro e di via Bolognese per 850 mila, appartamenti di via dei Serragli per 796 mila euro e via del Romito per 293 mila e 316 mila euro) ne è stato aggiudicato uno solo: l´appartamento di via dei Serragli, acquistato per 804 mila euro.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news