LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA Il Museo della ceramica diventa una realtà
LA SICILIA Venerdì 04 Giugno 2010 Speciali, pagina 9


L'assessore Gaetano Armao: «La ceramica risorsa di ieri e oggi testimonianza dell'identità siciliana»



Domenica, alle ore 11, nei locali dell' ex convento di Santa Maria delle Grazie, recentemente restaurato, si inaugurerà il Muceb, Museo della ceramica di Burgio realizzato dalla soprintendenza ai Beni culturali e archeologici di Agrigento, con fondi Por (Sicilia 2000-2006) in collaborazione con il Comune di Burgio.
Nelle prime due sale del Muceb è visibile un'ampia selezione della raccolta di mattoni burgitani del collezionista Giallo, acquistata dal Comune, che testimonia l'importanza della consistente produzione pavimentale delle botteghe di Burgio. Nelle sale successive vi sono i reperti ritrovati nello scavo eseguito nel 2008 dal Servizio per i Beni archeologici della soprintendenza di Agrigento. Lo scavo è stato effettuato nella zona di butto delle fornaci cinquecentesche nel quartiere dei figuli chiamato «Nall'arte», dove una volta si trovavano gli stazzoni, le numerose botteghe e i forni. Il materiale ceramico recuperato, oggi restaurato, costituisce un'importante e preziosa testimonianza della produzione figulina del XVI e del XVII secolo.
Il percorso espositivo del museo è preceduto da una sezione di presentazione della città e del suo territorio con fotografie, pannelli esplicativi, pubblicazioni e documenti allo scopo di tracciare la storia del paese dalla sua fondazione fino ai nostri giorni, attraverso le immagini dei monumenti e degli arredi più importanti. Nella prima sala è prevista la proiezione di un filmato che documenta immagini, racconti e canti degli ultimi ceramisti.
L'inaugurazione del Museo - alla quale prenderanno parte il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, l'assessore ai Beni culturali e Identità siciliana, l'assessore all'Economia, Michele Cimino e numerose autorità - è arricchita dall'esposizione temporanea di vasi, albarelli ma anche tegole e altri manufatti, prodotti a Burgio tra la fine del XVI e XIX secolo, provenienti dalla Galleria regionale di Palazzo Abatellis, dal Museo della ceramica di Caltagirone , dal Museo etnografico siciliano Pitrè, dal Museo Civico di Agrigento, dall'Istituto d'Arte di Palermo, dalla Fondazione Banco di Sicilia Museo Mormino, dal Banco di Sicilia - Unicredit Group e da alcune collezioni private della città.
L'esposizione intende ricostruire la storia della maiolica e le sue vicissitudini, individuare le botteghe e delineare le personalità dei singoli artefici, attraverso l'esposizione di corredi farmaceutici, di vasellame da mensa e oggetti d'uso. L'istituzione del Muceb, trae origine dalla esigenza e dalla volontà di salvaguardare e valorizzare una preziosa conoscenza e una tecnica sapiente e feconda svolta, nel corso dei secoli, da maestranze locali e territoriali nella produzione della ceramica. Le ricerche e le indagini effettuate dalla soprintendenza ai Beni culturali di Agrigento hanno fatto emergere un universo lavorativo e artistico declinato da un'antica sapienza costituito da intrecci, relazioni e contatti che negli ultimi anni hanno attratto l'attenzione e l'interesse non solo degli addetti ai lavori ma anche degli amanti e collezionisti del genere. Patrimonio culturale che l'istituzione museale intende preservare e tutelare dai rischi dell'oblio e della dispersione. Valorizzare nei suoi aspetti artistici, antropologici e storici, proiettando lo sguardo, l'attenzione e il confronto anche all'area mediterranea, ai suoi flussi, alle sue influenze e alle reciproche contaminazioni.
Si vuole infatti sperimentare una idea progetto di dinamicità museale, capace di realizzare, in un ambito culturale ben definito, cioè quello della produzione di manufatti artistici maiolicati, incentrato nel passato da proficui scambi tra maestranze e tecniche lavorative dell'area del Mediterraneo, una circolazione di idee espositive e di tecniche lavorative in grado di riannodare e riallacciare quel proficuo dialogo culturale tra civiltà, spesso interrotto, ma originato da un'unica impronta dettata dal bacino Mediterraneo.
«Il Museo della Ceramica di Burgio - ha detto l'assessore Gaetano Armao - accresce il patrimonio ceramico dell'isola, a testimonianza dell'identità culturale della Sicilia. Non a caso,a Burgio, si presenta il sistema dei musei della ceramica. Un progetto ambizioso e innovativo».
Presso il Museo della ceramica di Burgio si alterneranno manifestazioni riguardanti la produzione artistica della ceramica locale e internazionale: un nuovo punto di riferimento culturale, di raccolta di materiali e di confronto per i paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
«Con l'apertura del Museo e con la fruizione pubblica dei beni - ha dichiarato il sindaco di Burgio, Vito Ferrantelli - abbiamo raggiunto, oltre al pieno recupero dell'importante bene monumentale dell'antico convento, un duplice obiettivo. In primo luogo quello del recupero della memoria storica di una tradizione regionale da preservare e poi quello di gettare le basi della costruzione delle politiche del territorio non solo del comparto ceramicolo, ma anche dei settori dell'artigianato, del turismo e dell'agricoltura».


04/06/2010



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news