LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei in bolletta, a rischio i controlli
Martina Zambon
Corriere del Veneto 21 AGO 2004

La minaccia di tagliare i fondi travolge la Sovrintendenza. Rossini: Dovremo ridurre i sopralluoghi


L'allarme dei sindacati: straordinari in ritardo e contratti per i collaboratori congelati.

Attendono da cinque anni un inquadramento professionale stabile quelli che sono ancora chiamati giubilari, ovvero il personale, i guardiasala, che hanno iniziato a lavorare nell'anno del Giubileo

VENEZIA Straordinari che slittano di mese in mese e decine di contratti di collaborazione a rischio. Il piatto dei musei veneziani gi piange e all'orizzonte sembra delinearsi un futuro catastrofico che potrebbe arrivare a intaccare le spese vive, dalle bollette della luce a quelle del telefono. L'allarme lanciato gioved scorso sul Corriere dal ministro dei Beni culturali Giuliano Urbani, a Venezia cade in una situazione di piena incertezza.

So che nel polo museale veneziano spiega Francesco De Crescenze, sindacalista della Cgil si stanno gi facendo i salti mortali per far quadrare i conti e nonostante questo il pagamento, ad esempio degli straordinari, non riesce pi a essere puntuale. Lo stesso discorso vale per le numerosissime collaborazioni. Attendono da 5 anni un inquadramento professionale stabile quelli che sono ancora chiamati giubilari, ovvero il personale, i guardiasala, che hanno iniziato a collaborare nell'anno del Giubileo. Restano appesi a un filo di speranza puntualmente deluso di anno in anno anche tutti i collaboratori, gli assistenti tecnici museali, che godono di un contratto di 12 mesi.

Da anni - prosegue De Crescenze - aspettano che si bandisca un concorso per essere regolarmente assunti ma questa sembra essere ormai una speranza vana. chiaro che la politica quella di non assumere pi nessuno, prova ne sia che ai pensionamenti non segue nessuna nuova assunzione, il tum over cancellato. Capita che i trentenni laureati con lode, master alla mano, gestiscano in toto, ad esempio a Villa Pisani a Stra, le attivit didattiche, le visite guidate e restino in paziente attesa che la situazione si sblocchi. Cos anche in centro storico, dove il rischio che si trasformi in
legge l'emendamento Giorgetti che propone di decurtare "del 25% i finanziamenti per il dicastero Urbani preoccupa tutti: da chi deve gestire il patrimonio museale a chi si occupa della sovrintendenza di Venezia. Per ora sono previsioni sottolinea quasi con rito scaramantico Giorgio Rossini, alla guida della sovrintendenza veneziana speriamo non si trasformino in certezze.
Penso ai musei ma anche al senso stesso di tenere aperta la sovrintendenza. Senza girarci intorno arriviamo a parlare delle spese vive: se non ci saranno i soldi per le pulizie o per la bolletta della luce che faremo? Necessariamente taglieremo le spese per i sopralluoghi. Vale a dire amputare l'attivit principale di tutela e conservazione. Oltretutto -rincara la dose Rossini - assistiamo a un paradosso. In questi ultimi anni, e il nuovo regolamento dei Beni Culturali ne un esempio, le categorie dei beni da tutelare si sono molti-plicate, al punto da includere spazi all'aperto come vie o piazze. Contemporaneamente si propone di tagliare per un quarto i gi esigui finanziamenti, antitetico Dita incrociate e attesa impotente per i dipendenti dei musei che seguono con attenzione l'evolversi dell'iter parlamentare del Dpef, sperando, se non nella sospirata assunzione, almeno nel consueto rinnovo annuale del contratto. Lo scenario prossimo futuro di musei finanziati per il 25% in meno, rimette in discussione l'esistenza stessa delle istituzioni veneziane e i posti di lavoro connessi. un piccolo esercito di precari storici conclude De Crescenze entrati con un concorso, lavorano part time sabato e domenica. Aspettano tutti la finanziaria, non si pu far altro.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news