LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Per gli Uffizi meglio spendere meno che spendere male
V. Sgarbi
il Giornale 21-AGO-2004





Nella polemica del ministro Urbani contro il suo governo per il taglio (ingiusto e pericoloso) del 25 per cento dei finanziamenti per i beni culturali, l'indignazione e la minaccia di dimissioni non lasciano spazio a una pi onesta riflessione sulla distribuzione dei fondi. Anche nel campo dei beni culturali ci sono sprechi, interventi inutili e dannosi, soldi che potrebbero essere diversamente utilizzati.

Gli Uffizi, che sembrano essere la patologia pi grave, manifestano le contraddizioni pi clamorose, dimenticate o ignorate da Urbani.

D'accordo, ci sono 500mila euro di debiti, ma perch non dire che sono stati stanziati 60 milioni per raddoppiare gli Uffizi, con uno spreco che andrebbe utilizzato per perverse finalit?
Si ricordi (ed era previsto anche un contributo privato) la questione della pensilina di Isozaki.
Per essa erano previsti 15 miliardi di lire.

Non solo lo Stato autorizza a se stesso quello che nega ai privati ma indirizza le sue risorse in modo inutile e dissennato, invece di pagare meglio i custodi e accrescerne il numero, moltiplicare gli accessi e le biglietterie.

Perch non si rende visitabile il Corridoio vasariano?

E perch non si allestiscono le quaranta sale per il raddoppio delle superfici espositive, togliendo dai depositi i capolavori del '600 e '700?

Per esporre mille quadri o oggetti, una mostra di antiquariato si allestisce e si prepara in meno di due mesi, come dimostrano l'impegno dell'antiquario Giovanni Pratesi e dell'architetto Pierluigi Pizzi per le mostre di Palazzo Strozzi o Palazzo Corsini.

Quale sar la spesa per predisporre quelle sale?

Un milione di euro? Due milioni di euro? Tre milioni di euro? Non credo di pi. Si tratta poi di organizzare l'accoglienza, le nuove biglietterie, i luoghi di ristoro, i bar, il ristorante, le vendite di oggetti e di libri.

Se ne affidassero la predisposizione a Giorgiana Corsini, che ogni anno propone le sue esposizioni di artigianato, o a Bona Frescobaldi e Grazia Gazzoni, che con gusto e intelligenza hanno, nelle loro case, preparato numerosi allestimenti effimeri per feste o ricevimenti, avremmo soluzioni di grande sensibilit e piacevolezza, che consentano la permanenza nel museo anche oltre il momento della visita ai quadri e alle sculture.

Quanto potrebbe costare questo affidamento dei servizi a persone che hanno dato prova di
gusto e di rispetto della civilt fiorentina non inferiori a quelle di Benetton? Un milione di euro?

Due milioni di euro? Tre milioni di euro? Prendiamo le cifre pi alte per la soluzione del problema espositivo e del problema dell'accoglienza.
Abbiamo totalizzato sei milioni di euro.

Aggiungiamone alcuni altri per possibili imprevisti: arriviamo a dieci milioni di euro. Come spiega Urbani, che lamenta la decurtazione dei fondi, la spesa degli altri 50 milioni di euro?



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news