LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI - Ecomafia, la Puglia al quarto posto
FULVIO DI GIUSEPPE
SABATO, 05 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Bari

Racket animali e discariche rifiuti: "C´è un traffico internazionale"



Si registrano oltre 2670 infrazioni accertate, più di 2200 denunce


Oltre 2670 infrazioni accertate, più di 2200 denunce, quindici arresti e 1600 sequestri. Sono i numeri che confermano la Puglia al quarto posto nella classifica generale dell´illegalità ambientale e al secondo per il racket degli animali e il ciclo illegale dei rifiuti. A tracciare questo quadro poco edificante per la regione è il dossier annuale "Ecomafia 2010" di Legambiente, dal quale emerge però anche un aspetto positivo, l´intensificazione dei controlli. "E´ indubbio che la situazione sia difficile - ammette Francesco Tarantini, presidente Legambiente Puglia - ma la Puglia è l´unica regione in Italia che ha promosso un accordo di programma per creare una sinergia fra le forze dell´ordine, Arpa e Cnr per potenziare l´attività di controllo e monitoraggio del territorio". Sul fronte del ciclo illegale dei rifiuti, però, la Puglia mantiene saldamente il secondo posto con 735 infrazioni accertate (il 14,1% del totale nazionale), 583 persone denunciate, 12 arrestate e 486 sequestri. In Puglia, inoltre, dal 2002 ad oggi ci sono state ben 30 inchieste contro attività organizzate per il traffico illecito dei rifiuti, cioè il 19,6% circa delle inchieste su tutto il territorio nazionale.
Resta un fenomeno molto diffuso quello delle discariche abusive e la Puglia rimane la porta d´ingresso o uscita per i traffici internazionali di rifiuti: solo nel 2009 sono state intercettate 13 mila tonnellate di rifiuti tossici e pericolosi diretti principalmente in Cina, Vietnam, Egitto (e altri paesi africani) e Indonesia. La novità di quest´anno è il capitolo dedicato alle "navi a perdere", ossia le imbarcazioni affondate in modo sospetto e che potevano trasportare rifiuti tossici. Nell´elenco per la Puglia è presente la Eden V che finì arenata al largo del Gargano nel 1988 e la Alessandro I che affondò al largo di Molfetta nel 1991. Notizie allarmanti arrivano anche dall´illegalità nel ciclo del cemento, nonostante la Puglia quest´anno scenda al sesto posto con 551 infrazioni, 685 persone denunciate e 272 sequestri. Sul fronte dell´archeomafia, l´aggressione criminale al patrimonio artistico e archeologico, la Puglia sale in classifica e dal 12° posto si piazza all´8° con 52 furti. "I reati contro l´ambiente - evidenzia l´assessore regionale all´Ambiente, Lorenzo Nicastro - sono in aumento in quanto sono puniti con semplici sanzioni".
Si consolida anche il racket degli animali, ossia corse clandestine di cavalli, combattimenti tra cani, traffici di cuccioli di cani e di fauna esotica, macellazione clandestina, bracconaggio e pesca di frodo. La Puglia non è immune infine dalle agromafie, un business che si traduce in 150 reati al giorno.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news