LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Niente tunnel, Sopraelevata giù in porto torna il sogno del ponte
DONATELLA ALFONSO
LUNEDÌ, 07 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Genova


Decolla "Seagate" nel nome di Colombo


VENT´ANNI dopo, torna l´idea di un ponte sul porto di Genova. O meglio: di un ponte che diventi una parte del porto, dividendone la parte recuperata alla città, mirata soprattutto al tempo libero, e realizzando all´esterno il Seagate, la porta sul mare e sul mondo, con gli attracchi tutti fuori, verso il mare aperto, superando l´attuale sistema di banchine. E il ponte che guarda oltre non poteva che chiamarsi Cristoforo Colombo: un gigante (52 metri l´altezza della campata centrale da 400 metri, sovrastata da un arco che raggiunga 95 metri di altezza, una sorta di terrazza panoramica sulla città) attrezzato con negozi, servizi, anche una stazione marittima all´interno delle rampe, in diretto contatto con le navi attraccate sull´esterno e vivibile in ogni momento della giornata. Quindi non una semplice struttura di attraversamento, per quanto dotato di sei corsie capaci di far transitare 50 mila veicoli al giorno, ma un segno forte che identifichi la città e ne diventi l´elemento di trasformazione, com´è avvenuto a Sydney con il sistema costituito dall´Harbour Bridge e dall´Opera House.
«Ho pensato che tutto questo dovrebbe essere lanciato nel 2015, quindi in concomitanza con l´Expò di Milano, di cui so che Genova si candida a essere il porto; anche perché ritengo che una struttura del genere debba interessare tutto il Nordovest, pure sotto il profilo di ricerca dei finanziamenti» spiega Markus Hebel, architetto tedesco di origine con anni di lavoro in Spagna e ora uno studio sul lago di Garda. Nelle scorse settimane il progetto del Seagate è entrato per la prima volta a palazzo san Giorgio, ricevendo segnali di interesse; adesso, precisa Hebel, che pubblicherà prossimamente il suo studio su una rivista di settore, «è tutto preparato per poterlo presentare al sindaco, a chi deve decidere in città. Per sapere se possa essere un punto di partenza su cui lavorare, visto che, da quanto so, l´ipotesi del tunnel sotto il porto è stata accantonata».
In totale, il Seagate sarebbe lungo 1850 metri, ricollegando San Benigno con la zona del Molo, quindi come il tunnel. Ogni rampa sarebbe lunga 725 metri, con una pendenza di circa il 7%,; la sua realizzazione prevede di concerto l´abbattimento della Sopraelevata, e la realizzazione di un anello pedonale circolare tra mare e centro storico. Il ponte attrezzato impegnerebbe circa 20 mila metri quadri di servizi e spazi commerciali, in un primo momento. Sì, perché nel progetto di Hebel - che non nasconde di essersi ispirato al lavoro compiuto a Barcellona, la città dove le trasformazioni urbanistiche degli ultimi vent´anni sono le più massicce e concrete - c´è una fase due che traguarda al 2025 e oltre; dove l´intero porto storico, e in particolare l´area più a ponente ora occupata dal terminal traghetti, dovrebbe diventare una "watercity", una città sull´acqua che, strettamente legata al movimento crocieristico, attiri genovesi, ma anche milanesi collegati con un treno veloce, o almeno una navetta magari privata, nonché turisti e crocieristi, a passare il tempo libero in uno scenario unico.
Un altro sogno, un altro waterfront? «Ho visto il progetto di Piano, di grande interesse ma troppo esteso per poter trovare i finanziamenti - obietta Hebel - penso ci si debba fermare alla parte centrale del porto, quella che più ha bisogno di un cambiamento. Ma soprattutto, mi interessa avviare una discussione, per poter arrivare ad una partenza più realistica». Pragmatismo tedesco, fantasia spagnola. Cosa dirà Genova?



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news