LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Bondi sponsorizza la gestione ai privati La Regione: "Mantenete le promesse"
ELEONORA CAPELLI
MARTEDÌ, 08 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Bologna


Casa Pound attacca al muro gli annunci funebri "E´ morta l´arte, dopo secoli di storia e cultura"

Una proposta del movimento Bologna Capitale di Corticelli piace al ministro e apre nuovi scenari


L´assessore: "Attendiamo conferma scritta degli impegni del governo"

Ma sul piatto rimangono i 600mila euro assicurati dal sottosegretario Giro

Bologna Capitale, il movimento di Daniele Corticelli, scende in campo con una proposta per gestire per tre anni il teatro Duse e il ministro Sandro Bondi saluta questa offerta come «un fatto positivo a cui il ministero dei beni culturali non può non guardare con favore». Bondi pensa a un modello di gestione analogo al teatro Quirino di Roma: niente enti pubblici e niente cordate sul modello Arena del Sole ma un privato che prende in gestione il teatro e poi chiede fondi al Ministero attingendo al Fondo unico dello spettacolo (Fus). Una «terza via» alternativa rispetto alle ipotesi finora in campo che nel disegno di Bologna Capitale si appoggia alla direzione artistica di un esperto teatrante locale (circola il nome di Guido Ferrarini, che ieri sera smentiva sornione) ed è stata comunicata per raccomandata alla società proprietaria del Duse.
Sul piatto rimangono anche i 600 mila euro per tre anni di finanziamenti statali promessi dal sottosegretario Francesco Giro sabato scorso a Bologna: un imprescindibile "ingrediente" per la riuscita della ricetta del futuro del teatro. «Aspettiamo di avere conferma scritta - ribadisce l´assessore regionale Massimo Mezzetti - prima di riunire attorno a un tavolo tutti quelli che hanno manifestato interesse, dall´Arena del Sole, alle fondazioni, alla Legacoop». Oggi si riunisce anche il cda della Fondazione Carisbo con all´ordine del giorno l´emergenza del teatro, mentre Marco Cammelli della Fondazione del Monte ha promesso: «Se c´è un progetto serio, daremo il nostro contributo».
Bologna Capitale con Giorgio Giatti, presidente della Termal, ha deciso di "saltare" la mediazione pubblica scrivendo direttamente alla società Dems Teatro, proprietaria dello stabile e della licenza. «La proprietà ci ha assicurato che risponderà in tempi brevi - dice Giatti - noi siamo animati da sentimento civico, la chiusura del Duse sancirebbe definitivamente il declino della città, venerdì quando incontreremo il commissario Cancellieri parleremo anche di questo». L´offerta non comprende il trattamento del personale che oggi lavora al Duse, perché secondo il decreto passerebbe in forza al Ministero, anche se «resta l´ovvia priorità all´assunzione delle maestranze dipendenti Eti». «Mi riservo di vedere la proposta - risponde il direttore del teatro Marco Montanari - qualsiasi offerta da parte dei privati è un segnale positivo». «Mi fa piacere che ci siano risposte dai privati - dice anche Stefano Degli Esposti di Dems Teatro - bisogna vedere se sono all´altezza, io li conosco vagamente». «Mi sembra sospetto l´intervento di Bondi sulla proposta di Giatti a stretto giro di posta - dice Mezzetti - non vorrei che ci fosse un´intelligenza dietro, immagino che chi produce condizionatori si appoggi a qualcuno che ne sa di teatro. Noi chiediamo all´Eti a sottoscrivere i contratti con le compagnie per la prossima stagione, altrimenti pensiamo sia impossibile salvare il Duse». A questo punto solo l´incontro con il ministro Bondi, nell´agenda di Anna Maria Cancellieri, potrà fare chiarezza sulla formula che verrà invocata per salvare lo storico palcoscenico.
Non si placa intanto la polemica politica, con l´ex sindaco Walter Vitali (Pd) che si chiede «dove il Governo prenderà i soldi promessi da Giro» e l´Idv che denuncia come «per questo Governo la cultura non sia una risorsa ma uno spreco da tagliare». Diversa la lettura del Pdl che punta il dito contro il Comune per la trattativa sulla dismissione del Duse da parte dell´Eti, in piedi dal 2007, e sul Governo Prodi per la circolare che sanciva quel provvedimento. Oggi anche Alberto Vecchi (Pdl) e Manes Bernardini (Lega Nord) incontreranno a Roma il presidente della commissione cultura, Valentina Aprea e la per discutere del Duse.
Croci nere e necrologi per annunciare la «morte dell´arte, dopo secoli di storia e cultura». Gli attivisti del centro sociale di destra Casa Pound hanno esposto nella notte lumini funebri di protesta di fronte al teatro di via Cartoleria, per denunciare «la grave situazione che sta per portare alla chiusura di uno dei teatri storici di Bologna». Non senza pensare alle famiglie in «difficoltà per la perdita del lavoro», secondo le parole del responsabile Carlo Marconcini.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news