LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Passo indietro di Ligresti su Citylife
ANDREA GRECO
MERCOLEDÌ, 09 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Economia




Il 20% dei Toti diviso solo tra Generali e Allianz. Geronzi: "Tutto procede senza intoppi"

Dopo il testa a testa Fonsai resta al 27%, ma negozia diritti migliori di vendita in caso di dissensi



Salvatore Ligresti si ferma un giro sul progetto Citylife, la più grossa riqualificazione urbanistica d´Europa sull´area della vecchia Fiera Campionaria. L´imprenditore ieri si è risolto a non rilevare le azioni del consorzio messe in vendita dalla Lamaro dei costruttori Toti: quel 20% se lo spartiranno gli altri partner, a partire da Generali – cui dovrebbe andare fino al 15%, in cambio di una trentina di milioni di euro – poi Allianz, che prenderà attorno al 5% per una dozzina di milioni. Così il Leone di Trieste si porterà attorno al 40% del consorzio, in maggioranza relativa, l´assicuratore tedesco salirà sopra il 30%. E il costruttore siciliano, tramite la "sua" Fondiaria-Sai, rimarrà al 27,2%.
«L´attuale orientamento della compagnia è quello di mantenere inalterata la propria quota in Citylife, pari al 27,2%, e di trovare in tempi brevi una soluzione condivisa con gli altri soci per la migliore gestione dell´iniziativa», ha dichiarato una fonte vicina a Fonsai ieri. Nelle stesse ore, il presidente di Generali, Cesare Geronzi, affermava: «Tutto procede senza intoppi», e l´ad dell´assicurazione fiorentina, Fausto Marchionni, parlava di «una normale dialettica fra soci». Ma le scelte erano state prese, anche se il cda di Citylife in agenda nel pomeriggio è stato rinviato a oggi, o domani, per mettere a punto gli ultimi dettagli tecnici. C´è infatti da stabilire la nuova compagine azionaria, prima di rifinanziare gli 1,4 miliardi di prestiti bancari necessari a sviluppare il progetto. Le quattro banche finanziatrici pare abbiano già deliberato gli importi, e non dovrebbe essere un problema raggiungere la cifra stabilita. E neppure, si dice dietro le quinte, mettere la parte di capitale che ancora manca (ai soci sono chiesti circa 300 milioni, da suddividere in base alle nuove quote; ma sono stanziamenti già previsti in partenza).
Quello su cui invece si è dibattuto, nelle ultime settimane, nelle stanze dei protagonisti, viene definito «un problema di governance». Che una fonte vicina al gruppo Ligresti ricostruisce così: «Prima di finire in minoranza nell´azionariato, l´ingegnere ha chiesto una via d´uscita dall´azionariato, a condizioni condivise, per non subire le decisioni altrui un domani». In questo scenario troverebbe posto un´opzione put, di vendita, a un prezzo stabilito, e maggiorato rispetto a quanto previsto in simili accordi quando c´è dissenso tra i soci. In sostanza, Ligresti avrebbe "alzato" il prezzo della sua uscita, nel caso in cui un domani non gli andasse bene l´avanzamento dei lavori su Citylife. Tuttavia, chi conosce bene l´imprenditore scampato a mille battaglie non dà per scontata la sua prossima uscita dall´azionariato del progetto. Anche perché i protagonisti dell´impresa – che hanno avuto polsi forti per pagare alla Fondazione Fiera 500 milioni per la pregiata area e oltre 200 al comune di Milano per gli oneri di urbanizzazione – sono convinti che nonostante le generiche difficoltà del momento, Citylife saprà costruire e vendere i suoi uffici e appartamenti, valorizzando gli investimenti iniziali. E anche Ligresti, pur non navigando in acque serene con le sue holding e con Fonsai, confiderebbe di uscire dal cimento con profitto, per ragioni di orgoglio non meno che di business.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news