LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA — Da piazzetta Arditi a Corrubbio: i cantieri aperti
Francesco Marchi
CORRIERE DEL VENETO 9 giu 2010 Verona

La situazione più critica in Lungadige Capuleti: la polizia municipale teme il tracollo della viabilità


Me nouno.Con l’inaugurazione di ieri in piazza Cittadella, i cantieri aperti in città per realizzare parcheggi interrati scendono a sei. In quasi tutti, i lavori sono in alto mare, mentre la Polizia municipale teme il tracollo della viabilità, puntando il dito sulle lungaggini degli scavi in lungadige Capuleti. La situazione più critica, infatti, resta quella legata alla struttura da 250 posti che verrà realizzata dietro alla Tomba di Giulietta.
Piazza Corrubbio Il cantiere più contestato dai residenti

Dopo più di due anni di stop imposti dalla Soprintendenza a causa del ritrovamento di un muro di epoca viscontea, gli operai sono tornati al lavoro da poche settimane, chiudendo al traffico lungadige Capuleti. Un provvedimento che, però, rischia di far saltare la viabilità della zona, di per sé già problematica. Come se non bastassero il nodo di Breccia Cappuccini e il collo di bottiglia in ponte San Francesco, il blocco alle auto su tutto il lungadige sta mettendo in crisi anche l’intersezione di ponte Aleardi. Tanto che i vigili sono costretti a presidiarla ogni giorno, deviando nelle ore di punta il traffico proveniente da lungadige Porta Vittoria su lungadige Galtarossa. «In pratica siamo costretti a bloccare l’accesso al ponte - ammette il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura -, altrimenti tutte le auto che svoltano a destra creerebbero un’unica coda fino in via Pallone, altro punto sensibile». Imputato numero uno per i disagi il cantiere del parcheggio, che Altamura non esita a definire un vero «bubbone» per la mobilità del comparto.

Alla Cooperativa Cangrande Parcheggi, promotrice del progetto, non resta quindi che una corsa contro il tempo: entro il 31 dicembre infatti il lungadige dovrà riaprire almeno due corsie, visto che ponte San Francesco diventerà inagibile per lavori di manutenzione. Strada in discesa, invece, per l’altro posteggio pertinenziale in piazzetta Arditi. Qui si scava da gennaio 2008 per ricavare 120 box auto. Anche in questo caso molti i ritardi, dopo la scoperta di un cimitero medioevale e, più in profondità, resti romani. Ma l’assessore comunale alla Mobilità, Enrico Corsi, ora è fiducioso.

«Entro due mesi - spiega - contiamo di concludere tutti i saggi archeologici e riprendere i lavori e a pieno regime».

Intanto, ieri, sempre l’assessore ha incontrato residenti e commercianti della zona, per avere il via libera all’installazione di una passerella pedonale per consentire l’attraversamento di piazzetta Arditi, da via Manin a via dei Mutilati. Per il momento resta invece «ostaggio» delle indagini archeologiche preliminari il cantiere per il parcheggio da 300 posti di piazza Corrubbio. Procedono senza intoppi, infine, i lavori della struttura automatizzata da 40 garage in piazza Santissimi Apostoli, mentre sono appena agli inizi quelli per il De Lellis (400 posti a Borgo Trento), e per il nuovo park della stazione di Porta Nuova (293 posti).



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news