LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - «La casa cancella il panorama»
DOMENICA, 13 GIUGNO 2010 IL TIRRENO - Montecatini





Contenzioso per una costruzione finisce al Tar



Legambiente: «Il Comune prima ha detto che era tutto ok, poi a lavori eseguiti ha revocato il permesso»

F.A.
PISTOIA. La piccola località di Le Pozze, situata in Valdibure e popolata da una trentina di famiglie, gode di un invidiabile panorama sulla piana e sulla città di Pistoia. Ma la realizzazione di una villetta è al centro di un contenzioso arrivato persino sui tavoli del Tar della Toscana. La contestazione è nata inizialmente, nel 2006, da alcuni residenti, che si sono visti innalzare un muro davanti a loro, che ha tolto quasi interamente la visuale verso Pistoia. Poi è passata a Legambiente, che si è assunta l’onere di seguire la pratica, convinta anche con rilievi tecnici che quella casa non dovesse essere così realizzata, per lo meno in una parte consistente. Più di recente anche il Comune, che aveva concesso l’autorizzazione ai lavori di ampliamento da un annesso agricolo, ha ritenuto che i lavori non fossero conformi e ha quindi revocato il permesso di costruire, pena una forte sanzione pecunaria inflitta ai proprietari e la richiesta di apportare una serie di modifiche.
Nel frattempo però, il tempo è trascorso e la casa è stata costruita per intero ed oggi è abitata da una giovane coppia. I proprietari, nei sessanta giorni concessi dal Comune per eventuali osservazioni o ricorsi, hanno impugnato la revoca del permesso presentando un ricorso al Tar. Gli abitanti contestano questo atteggiamento di incertezza degli uffici comunali, visto che quando erano stati interpellati avevano sempre detto che la costruzione era perfettamente a norma.
Legambiente, convinta che si tratti di una costruzione non regolamentare, non solo appoggia le proteste degli abitanti, ma vuole andare fino in fondo in questo contenzioso, assumendosene tutto l’onere.
«Abbiamo seguito fin dall’inizio la vicenda - dice Antonio Sessa, presidente di Legambiente Pistoia - e a noi è subito parso che questa costruzione fosse fuori contesto, in una zona a vincolo ambientale e paesaggistico di pregio. Dalle nostre indagini risulta che la casa è stata fatta in una zona agricola ed è singolare che il Comune abbia scoperto che non è a norma solo dopo le proteste degli abitanti e vari passaggi burocratici, senza mai venire a controllare. Ci sono stati errori evidenti degli uffici che lasciano allibiti. Siamo compiaciuti che alla fine se ne sono resi conto, anche se solo adesso che la casa è già costruita e addirittura abitata. Ci sorprende anche che i proprietari abbiano notificato il loro ricorso al Tar non a noi come Legambiente, che seguiamo la vicenda e ne abbiamo seguito tutti i passi, ma a due abitanti della frazione che non c’entrano nulla».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news