LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Comunale, Roversi alla Cancellieri "Il teatro assicuri le rappresentazioni"
SILVIA BIGNAMI
MARTEDÌ, 15 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Bologna




La Fondazione finanzia la Scuola dell´Opera. Fermi, per ora, i 600 milioni della lirica


Arrivano i finanziamenti della Fondazione Carisbo per la Scuola dell´Opera. Non arrivano (per ora) quelli per il Comunale, in attesa di capire se il teatro riuscirà a superare il suo conflitto interno. A fissare i paletti è ancora una volta il presidente Fabio Roversi Monaco che, dopo un summit con Anna Maria Cancellieri a Palazzo D´Accursio, avverte: «Vogliamo che si sappia che c´è un teatro dove se uno ha comprato un biglietto, poi ci va».
Una pace armata quella siglata ieri da Comune e Fondazione Carisbo, che promette di versare i 450mila euro di contributo per la Scuola dell´Opera, ma si riserva di decidere cosa fare sui 600mila euro destinati annualmente alla nuova stagione teatrale. «Per giustificare un nostro impegno economico verso il Comunale è necessario che il teatro garantisca la regolarità del suo servizio» aveva detto una settimana fa Roversi Monaco a Repubblica. Parole che avevano messo in allarme il commissario, che ieri ha incontrato Roversi Monaco nel suo ufficio in Comune, per un colloquio privato.
Al termine del summit, la Cancellieri si è mostrata ottimista. «Roversi ci ha confermato i fondi per la scuola dell´Opera, mentre per la prossima stagione dovremo vedere, a bilancio del teatro approvato, come si risolve la fibrillazione sindacale. Allora decideremo. Non è un no, ma ancora bisogna lavorarci» spiega il commissario. Da parte sua, Roversi Monaco ha ribadito le sue perplessità per l´alta conflittualità interna del teatro: «Vediamo un po´ dove va il Comunale, comunque - ha concluso - il nostro contributo ci sarà». Una soluzione a metà per adesso, con Casa Saraceni che attende, prima di prendere una decisione, la scadenza di settembre per il consiglio di amministrazione del teatro e conseguentemente per il sovrintendente Tutino.
Tutto mentre è ancora pendente lo sciopero minacciato dai sindacati per il 18 giugno, che potrebbe far saltare il debutto di "Edgar", ultima opera della stagione lirica. E in attesa di conoscere la sorte del Comunale continua a soffrire anche il Duse. Ieri il leader di "Bologna Capitale" Daniele Corticelli ha chiesto ieri un incontro al ministro Sandro Bondi per discutere del progetto di salvataggio dell´imprenditore Giorgio Giatti. Mentre il sottosegretario Francesco Giro è tornato a parlare dell´Eti: «Giusto abolirlo. Del resto la dismissione del teatro Duse di Bologna era in corso da due anni».



Soprintendenza: "Così si cancellano i graffiti sui muri"


«I volontari anti-graffiti del Comune saranno presto al lavoro. E saranno bene istruiti». Parola di Anna Maria Cancellieri, ieri presente alla presentazione delle linee guida contro il vandalismo grafico della Soprintendente regionale Carla Di Francesco, che non ha mancato di bacchettare di nuovo il fai-da-te dei volontari Ascom: «I graffiti non si coprono con strati di vernice».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news