LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BUSTO ARSIZIO - In Cascina crollano il tetto e la speranza
Manuela Ciriacono
Artevarese, 9-6-2010

Dopo anni di segnalazioni, il crollo della Cascina Burattana non ha colto di sorpresa gli "Amici della Cascina", impegnati dal 2005 nella salvaguardia del gioiello contadino. Ne parliamo con il presidente, Matteo Di Mattei.


L'ultimo avvertimento - E così è accaduto. A nulla, purtroppo, sono servite le continue segnalazioni e gli avvertimenti mossi dall'Associazione Amici della Cascina Burattana in questi sei anni di attività. Giovedì 3 giugno è avvenuto il crollo di un'ingente parte di tetto. Tanta paura per i cinque residenti dello stabile, ma nessuno sfollato. Il crollo ha infatti interessato l'ala del fienile, ovvero la più antica, risalente al Seicento. Sembra, insomma, che la Cascina abbia ormai le ore contate e che non riesca più, da sola, a reggere il peso dei suoi anni. Abbiamo intervistato Matteo di Mattei, presidente dell'associazione a difesa della Cascina.

Una tragedia annunciata il crollo della cascina?
"Certo, ce lo aspettavamo, anche se, nonostante tutto, ci ha già stupito il fatto che la cascina abbia superato quest'ultimo inverno, così rigido e piovoso. Ma i segnali di cedimento e di degrado della struttura sono sotto gli occhi di tutti da tempo e noi è da sei anni che sottoponiamo queste criticità all'attenzione pubblica".

Come ha operato in questi anni l'Associazione Amici della Cascina Burattana?
"Inizialmente in sordina, facendo segnalazioni sulla necessità di recupero dello stabile. In seguito abbiamo voluto sensibilizzare anche il pubblico su questa realtà e da lì è nata la mostra itinerante che raccoglie il materiale fotografico e le analisi del progetto contenute nella tesi di laurea degli architetti Ferraro Miriam e Pianezze Fabiana. La mostra è accompagnata, inoltre, da conferenze che vogliono spiegare il nostro progetto di riqualificazione della Cascina che rispetti la sua vocazione originaria, trasformandola in un vero e proprio "organismo aziendale" orientato all'utilizzo del metodo agricolo biologico dinamico, che faccia rivivere la cascina e parte della storica Busto contadina".


Ci sono altri monumenti storici simili nel territorio e, a suo avviso, come potrà essere gestita la cosa d'ora in poi?
"Sì ma purtroppo 30 anni fa la Cascina dei Poveri venne abbattuta per il 90% della sua superficie. Purtroppo l'interesse per questo tipo di monumenti è talvolta molto carente. Tornando alla Cascina Burattana, ora è stata messa in sicurezza la zona del fienile, dove è avvenuto il crollo, ma altre zone sono a rischio. Probabilmente aspetteranno che pian piano crolli da sola, facendo evacuare i 5 inquilini rimasti (unica memoria storica degli ultimi 80 anni di vita della cascina) che tuttavia anche oggi, dopo l'accaduto, vogliono restare lì dove sono nati e vissuti, nella loro casa".

Che alternativa proponete voi come Associazione?
"La cascina è di proprietà del Comune ed è tutelata dalla Sovrintendenza alle Belle Arti, quindi non si può vendere, ma si potrebbe affidarne la gestione ad altre realtà: privati, associazioni, cooperative. Ci sono moltissime possibilità di operare in questo senso. Un esempio ci è offerto dalla Cascina Cuccagna, in centro a Milano, affidata ad una cooperativa che finora ha raccolto 2 milioni e mezzo di euro per tenerla in vita".



In questa direzione muove anche il "Progetto 100 Cascine" per l'Expo 2015: riqualificare antiche cascine lombarde e trasformarle in strutture ricettive, attraverso un progetto sostenibile poi nel tempo. La Cascina Burattana è tra le possibili partecipanti?
"Lo era. I finanziamenti stanziati dall'Expo sarebbero poturi essere una via di salvezza per la Cascina. Ora noi continueremo ad appellarci alla cittadinanza, chiedendo di inviare una "mail di solidarietà" alla Cascina all'indirizzo info@cascinaburattana.it ; inoltre, invitiamo tutti a partecipare all'evento "Samarcanda 2010 - Fiera Mercato del Biologico, degli stili di vita sostenibili e della Biodiversità" che si terrà il 26 giugno a Busto Arsizio, durante la quale gli Amici della Burattana saranno presenti con una parte della mostra esplicativa del progetto e con la possibilità di firmare una petizione da presentare all'Amministrazione Comunale. Quel che urge adesso è tenere in piedi la struttura, prima che avvenga l'irrimediabile. Inoltre stiamo pensando di organizzare un incontro pubblico, tra circa tre settimane, in cui aprire un dibattito, un confronto, invitando l'Amministrazione Pubblica a partecipare."

Manuela Ciriacono




news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news