LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna, l´ombra della mafia "Sull´eolico appalti sospetti"
PAOLO BERIZZI
MERCOLEDÌ, 16 GIUGNO 2010 la repubblica Cronaca

Le indagini della Dda di Cagliari, Nel mirino due mega progetti da 550 milioni di euro



Ordinati accertamenti su tutti i parchi già attivi o in via di realizzazione


DAL NOSTRO INVIATO
CAGLIARI - Una nuova inchiesta, avviata dalla Dda di Cagliari, sul business dell´energia eolica. Il piatto ricco che ha già stuzzicato molti appetiti e per il quale sono indagati - dalla procura di Roma - tra gli altri, il governatore sardo Ugo Cappellacci, il coordinatore del Pdl Denis Verdini e il faccendiere Flavio Carboni. Il fascicolo, alle prime battute, è nelle mani del procuratore capo Mauro Mura. Che ha affidato ai carabinieri accertamenti sui parchi eolici attivi nella provincia del capoluogo sardo e su quelli in fase di progettazione. Il dubbio è che dietro l´elettricità pulita prodotta dalle imprese del vento si nascondano, camuffati dal filtro dei prestanome, gli affari sporchi della mafia che investe nelle energie alternative.
Sono contorni ancora da definire quelli dell´indagine cagliaritana. Ma gli elementi da approfondire non mancano. Una società di Bolzano già finita sotto la lente della Dda di Palermo (inchiesta "Eolo", 18 arresti nel giro della mafia verde di Mazara del Vallo) e dei magistrati di Sassari (sigilli a un parco eolico). Autorizzazioni "sospette" per innalzare eliche e torri. Con una serie di domande presentate da varie società, tutte riconducibili - secondo gli investigatori - alla Green Energy Sardegna, srl con 10 mila euro di capitale sociale, controllata, appunto, dalla Friel Green Power dei fratelli Thomas e Josef Gostner. Potenti imprenditori altoatesini che con il vento, tra Sardegna e Sicilia, fanno affari da anni. Il campanello che ha allarmato la Dda è un doppio mega-progetto da 550 milioni. L´ultimo, e anche il più ambizioso, del gruppo Friel Green Power (dei fratelli Gostner) attraverso Green Energia. Più di mezzo miliardo per due impianti: uno nella zona del Medio Campidano e l´altro nel Sulcis Iglesiente. Una cifra troppo alta per non accendere le curiosità di chi indaga sugli intrecci tra politici e imprenditori - qualcuno in contatto con gli uomini di Cosa nostra. Come Luigi Franzinelli, 66 anni, l´imprenditore trentino, un tempo sindacalista, che con la sua Sud Wind ha piazzato pale e piloni in tutta Italia. Fino alla recente condanna in primo grado (due anni) per corruzione, aggravata dall´aver agevolato Cosa nostra.
Finito in carcere l´anno scorso nell´operazione "Eolo" (assieme a politici e imprenditori trapanesi vicini al capo dei capi Matteo Messina Denaro), secondo la procura di Palermo è Franzinelli che suggerisce a Josef Gostner - indagato per voto di scambio - di oliare con una tangente Vito Martino, candidato con Forza Italia alle elezioni regionali siciliane del 2006. Soldi in cambio di concessioni. Utilizzati da Martino, stando all´accusa, per la campagna elettorale. Non è la prima volta che i Gostner inciampano. Nel 2004 e nel 2007 la procura di Sassari mette sotto sequestro il parco eolico che Friel Green Power stava realizzando a Nulvi (abuso d´ufficio, interventi in ambito paesaggistico sottoposto a vincolo). Ma nonostante gli intoppi, il gruppo di Bolzano è ancora lanciatissimo sull´isola. Il progetto presentato da Green Energy, loro controllata, è stato approvato dalla giunta di San Giovanni Suergiu. A questo e ad altri comuni i carabinieri hanno chiesto i documenti relativi alle domande presentate dalle società pronte a dare l´assalto al vento. Che quasi mai sono sarde. Come la Vento Macchiareddu, napoletana, tirata in ballo nell´inchiesta su Flavio Carboni (che incontrò Cappellacci su sollecitazione di Denis Verdini) e amministrata da noleggiatori di pedalò. Della Vento si sta occupando il pm Giangiacomo Pilia. Alla società il consorzio industriale provinciale di Cagliari ha ceduto dei terreni a titolo gratuito: si procede per abuso d´ufficio contro ignoti. Nei prossimi giorni a Cagliari è attesa una delegazione della commissione parlamentare antimafia.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news