LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - GROSSETO. Il sindaco fa l'imbianchino e pulisce il sottopasso In arrivo le telecamere
Elisabetta Giorgi
19-06-10, IL TIRRENO Grosseto



Via le scritte, addio sporcizia e telecamere in arrivo nel quartiere di Barbanella. Pennello e secchio di vernice in mano, vestito da operaio (in tuta arancione), il sindaco di Grosseto ieri mattina ha avviato il recupero di uno dei punti più degradati di Grosseto: il sottopasso di via Sauro. E lo ha fatto a modo suo: pulendolo e imbiancandolo personalmente. «Solo un piccolo gesto simbolico - spiega mostrando le mappe dei lavori fatti e da fare a Grosseto, Rispescia, Marina, Principina - cui seguirà una vera e propria operazione da parte dei tecnici comunali, e che durerà una settimana. Accanto a lui l’assessore Maurizio Frosolini e il presidente della circoscrizione Barbanella, Gilberto Capanni, assistevano all’operazione mentre tre operai “veri” pulivano a fondo le due rampe di scalini, la galleria e l’imboccatura del sottopasso. Non certo il primo né forse l’ultimo intervento cui Emilio Bonifazi si è prestato per lanciare un messaggio esemplare alla città. Qualcuno ricorda certi tombini da lui riparati personalmente a Follonica, quando era sindaco (in quel caso era solo e senza testimoni), e l’operazione (stavolta “pubblica” e che gli è costata una denuncia dalla Soprintendenza) di pulizia delle mura di Grosseto. Allora il bottino fu ricco: quintali di plastica, vetri rotti e persino una gamba di manichino raccattati in una mattinata. Pure il sottopasso di Barbanella era tenuto d’occhio da tempo. A febbraio, perlustrando la città, il sindaco aveva scattato una serie di foto e documentato il degrado del tunnel, che di notte diventa terra di nessuno. «Sporco, pieno di scritte oscene, vetri rotti, odori di urina. Passarci al buio - dice il sindaco - è anche pericoloso». Gli interventi vedranno l’installazione di telecamere. I graffiti saranno coperti, le pareti tinteggiate, scale e pavimentazione lavate e disinfettate, l’illuminazione recuperata e potenziata. Strisce adesive antiscivolo verranno collocate sugli scalini. E proprio riguardo alle scritte le ipotesi sono due, dice Frosolini. «La prima riguarda la tinteggiatura, che però è costosa (20 euro al metro quadrato). Altrimenti l’idea è quella di rivolgersi a un writer, Marco Milaneschi», che già ha disegnato murales nell’istituto Agrario, alla Cittadella dello studente. Un modo per scoraggiare gesti vandalici dei più giovani, grazie a questa particolare forma d’arte giovanile. Finiti gli interventi la struttura sarà sottoposta a maggiore sorveglianza da parte della Municipale e dei vigili volontari. Per ultimo un messaggio lanciato dal sindaco a chi lo accusava di lasciare la città al degrado. «Il Comune non fa altro che il proprio dovere. Ora ci aspettiamo altrettanta responsabilità da parte di quella minoranza di cittadini che non sembra tenere troppo al decoro della città».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news