LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Il Gennargentu ridiventa parco
g.bua
La Nuova Sardegna 21/06/2010

NUORO. Il Gennargentu ridiventa parco. Il monte nuorese è infatti inserito nel decreto del minitero dell’ambiente con cui si aggiorna l’elenco dei parchi nazionali. E subito scoppia la polemica: «È un subdolo tentativo - spiega il deputato Mauro Pili - da rispedire al mittente». «Respingeremo con forza questa intrusione vergognosa - gli fa immediato eco il governatore Ugo Cappellacci - Non accetteremo un sopruso che rappresenterebbe una grave violazione della nostra autonomia». Il parco era stato infatti «affondato» da una legge dello Stato (voluta dai Parlamentari sardi e da un vasto movimento popolare e istituzionale) nel 2005. Che aveva esplicitamente rimandato l’attuazione del decreto del 1994 ad un’intesa con la Regione e i Comuni. «E questa legge non può essere modificata - attacca Pili (Pdl)- con furberie o distrazioni sottobanco». «Il decreto del Ministro dell’Ambiente con cui viene aggiornato l’elenco dei Parchi nazionali - sostiene Pili, che questa mattina presenterà un’interrogazione - é subdolo e non tiene conto della normativa intervenuta nel 2005 con la quale, su proposta del Governo Berlusconi, veniva bloccata qualsiasi imposizione vincolistica nell’area del Gennargentu, rimandando l’eventuale costituzione del Parco ad un’intesa fra Stato e Regione e all’adesione dei singoli comuni. Qualsiasi tentativo di superare tale previsione troverà la mia personale e durissima opposizione proprio perché costituirebbe una palese violazione delle prerogative autonomistiche della Sardegna e dei comuni interessati. Nessuno si illuda che sottobanco si possa persistere in una politica di vincoli irragionevoli e irrazionali che minano la tutela ambientale e che impediscono ai sardi di essere protagonisti del proprio ambiente». «Se non arriveranno immediate positive risposte - ha concluso il deputato sardo - non potrà che ripartire una mobilitazione popolare per respingere vincoli di Stato imposti in dispregio della volontà delle istituzioni e delle comunità locali sarde». «Respingeremo con forza questa intrusione vergognosa. Non accetteremo un sopruso che rappresenterebbe una grave violazione della nostra autonomia». Così il Presidente Cappellacci che ha immediatamente annunciato battaglia. «Durante la riunione di Giunta convocata per lunedì - ha detto il Presidente - valuteremo le iniziative da porre in essere per contrastare un decreto che non condividiamo nel merito e che riteniamo intollerabile nel metodo. Ogni determinazione deve essere prima concordata con le Istituzioni locali. Le decisioni in materia ambientale spettano al popolo sardo, che sul tema ha una sensibilità sicuramente maggiore rispetto a quella di chi si trova dallaltra parte del mare. Nessuno pensi di calare decreti dallalto e di relegare al ruolo di spettatori passivi quelle comunità che, a buon diritto, vogliono e devono essere protagoniste del governo del territorio. Infatti, l’istituzione da parte di organi statali di parchi nazionali nel territorio regionale sarebbe un grave vulnus alle competenze primarie statutariamente garantite alla Regione Sardegna e rappresenterebbe una violazione dei principi di sussidiarietà e leale cooperazione. A quest’ultimo fa riferimento la stessa legge quadro istitutiva delle aree protette che rimette all’ intesa con le Regioni a statuto speciale l’istituzione dei parchi nazionali».



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news