LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ambiente & Veleni - Il partito dell’edilizia fuorilegge
23 giugno 2010 il fatto quotidiano








Il governo assicura: non sosterrà l’emendamento dei tre senatori Pdl, che hanno appena chiesto la riapertura dei termini del condono edilizio del 2003 anche per gli abusi compiuti in aree sottoposte a vincolo paesaggistico. Ma una nuova sanatoria, prima o poi, verrà approvata: se ne sente il cattivo odore nell’aria.

Sarebbe la quarta in venticinque anni, dopo la prima varata nel 1984 da Craxi (ministro dei Lavori pubblici il mitico Franco Nicolazzi) e le due di Berlusconi, nel 1994 e nel 2003.

Stiamo distruggendo il nostro paesaggio e il nostro territorio, e chi si oppone viene fatto fuori. Ne sa qualcosa l’ex governatore della Regione Sardegna Renato Soru, che aveva fortemente voluto un rigoroso piano paesaggistico per porre un freno alla devastazione di una delle più belle isole del mondo. Dovette andare alle elezioni anticipate e fu sconfitto da Berlusconi, che condusse in prima persona la campagna elettorale.

In questa Italia che va alla deriva, la prevaricazione dell’individuo su ciò che è pubblico viene vissuta quasi come un diritto. La costruzione fuorilegge è molto vantaggiosa, perché comporta un abbattimento dei costi fino al 50 per cento, non paga la concessione edilizia, utilizza manodopera in nero, non versa l’Iva sui materiali, ricorre a volumetrie esagerate, realizza i manufatti molto in fretta mettendo tutti di fronte al fatto compiuto e paga la sanatoria soltanto se questa è estremamente vantaggiosa. Il solo parlare di condoni toglie forza ai sindaci chiamati a combattere l’abusivismo. Li fa apparire dei fessi.

Il giardino d’Europa è diventato un orrendo mondezzaio di cemento, che invita i turisti ad andarsene via. E non basta l’abusivismo: anche il disordine del cemento legale la colpisce. Certe volte mi scopro allora a sognare ad occhi aperti un’Italia di proprietà straniera. Tedesca o, meglio ancora, svedese. In grado di concepire piani urbanistici equilibrati, di valorizzare il recupero del patrimonio edilizio esistente nelle nostre città (che è già sovrabbondante), e di far rispettare la legge.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/06/23/zone-a-burocrazia-zero-manna-per-leconomia-criminale/


news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news