LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Ruspe sulla spiaggia. Indagano i Vigili urbani «Devastata necropoli»
LA SICILIA Giovedì 24 Giugno 2010 Agrigento, pagina 42



Sta sollevando ben più di qualche polemica l'opera di «pulizia» di una parte dell'arenile sito tra le spiagge di Mollarella e Poliscia, effettuato qualche giorno fa dal proprietario che si sarebbe avvalso dell'ausilio di una ruspa per rimuovere alcune migliaia di metri quadrati di macchi mediterranea bassa.
La polizia municipale, su segnalazione giunta al Comando, avrebbe avviato un'indagine e avrebbe chiesto alla Soprintendenza ai beni culturali di sapere se sull'area vige un vincolo di tutela e se esisteva un'autorizzazione ad effettuare l'intervento in oggetto.
Funzionari della soprintendenza di Agrigento venerdì scorso hanno effettuato un sopralluogo nella zona e si sarebbero riservati di effettuare una relazione dettagliata che entro la fine di questa settimana dovrebbe essere sul tavolo del comandante dei Vigili urbani Giuseppe Montana.
Ma al di là di quello che deciderà la Soprintendenza e il Comando dei Vigili urbani la vicenda ha sollevato polemiche. Il tratto di spiaggia che separa la Mollarella dalla Poliscia, è infatti interessato da un vincolo diretto paesaggistico ed archeologico, imposto per la presenza di una vasta necropoli greco-arcaica risalente al VI secolo a.C.
«Uno sbancamento scriteriato ha stravolto il paesaggio delle dune di sabbia e della macchia mediterranea - dichiara Fabio Amato, archeologo e presidente dell'associazione Finziade, che aggiunge - non sappiamo quali siano le sorti della Necropoli, alcuni frammenti ceramici, lastroni e blocchi di pietra squadrata emergono in prossimità della superficie sbancata, ma al momento non è possibile avanzare con certezza nessuna ipotesi».
Dalla documentazione fotografica fornita dall'associazione è possibile notare come all'orografia della parte iniziale del promontorio che caratterizza questo tratto di costa è stato completamente livellato e come la macchia mediterranea e il sistema dunale sia stato completamente cancellato dall'opera delle ruspe.
Segue con attenzione la vicenda anche l'ex presidente del consiglio Angelo Vincenti: «Questi "fenomeni" appaiono sul nostro territorio come i famosi cerchi sul grano, ma la cosa grave è che gli autori sono sicuramente umani che poco rispetto hanno per il nostro territorio. La cosa che ci deve preoccupare - continua Vincenti - è l'apatia di enti che dovrebbero vigilare e che troppo spesso sono assenti».
Di sicuro c'è che la vicenda farà ancora discutere soprattutto quando i tecnici della Soprintendenza si pronunceranno sulla sorte della necropoli che, secondo l'associazione Finziade, sarebbe stata danneggiata.
g.p.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news