LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sinergie per i beni culturali
Antonio Ciccia
ItaliaOggi 27-AGO-2004

PATRIMONIO CULTURALE
- Introdotto il concetto di patrimonio culturale, che comprende sia i beni culturali sia i beni paesaggistici
- Beni del patrimonio culturale destinati alla fruizione della collettivit
FUNZIONI DI TUTELA
- Esercizio unitario delle funzioni di tutela, attribuite al ministero per i beni e te attivit culturali oooperazipne di regioni, comuni, citt metropolitane e province
-Alle regioni le funzioni di tutela dei beni paesaggistici

FUNZIONI DI VALORIZZAZIONE
- Materia oggetto di legislazione ripartita
- Coordinamento delle attivit a mezzo di accordi e intese tra ministero, regioni e altri enti pubblici territoriali.


Enti locali chiamati a cooperare con lo stato nella tutela dei beni culturali e paesaggistici.
Il patrimonio artistico e le bellezze ambientali sono preservati anche mediante coordinamento dell'attivit degli organi dello stato, regioni e enti locali.
Questo il principio organizzativo fondamentale del Codice dei beni culturali e paesaggistici (dlgs n. 41/2004).
Il coordinamento si impone anche a fronte del fatto che le disposizioni del codice si incrociano inevitabilmente con quelle gi in vigore del testo unico per l'edilizia.

Specifiche disposizioni sono dedicate alla procedura di Dia anche per gli intervnti su beni vincolati, il codice strutturato in due parti: la prima contiene le disposizioni generali; la seconda, molto corposa, dedicata allo sviluppo della disciplina dei beni culturali e paesaggistici.
-------------------------

Principi generali.
Il compito di tutela e valorizzazione del patrimonio assegnato non solo agli enti pubblici, ma anche ai privati.

Ai sensi dell'articolo 1, infatti, i privati proprietari, possessori o detentori di beni appartenenti al patrimonio culturale sono tenuti a garantirne la conservazione.
--------------

Patrimonio culturale.
Il codice introduce il concetto di patrimonio culturale, che comprende sia i beni culturali sia i beni paesaggistici.
Principio generale quello della destinazione del patrimonio culturale: i beni del patrimonio culturale di appartenenza pubblica sono destinati alla fruizione della collettivit, compatibilmente con le esigenze di uso istituzionale e sempre che non vi ostino ragioni di tutela.
-------------
Funzioni di tutela.
Il codice garantisce l'esercizio unitario delle funzioni di tutela, attribuendole al ministero per i beni e le attivit culturali.
Peraltro le regioni, i comuni, le citt metropolitane e le province devono cooperare con il ministero nell'esercizio delle funzioni di tutela. Gli accordi o le intese tra pubbliche amministrazione per la tutela del patrimonio culturale possono prevedere particolari forme di cooperazione tra stato, regioni e gli altri enti pubblici territoriali.
Alle regioni sono direttamente conferite le funzioni di tutela dei beni paesaggistici.
Sono conferite alle regioni, sempre rimanendo salve a favore del ministero dei beni culturali le potest di indirizzo e di vigilanza e il potere sostitutivo in caso di inerzia o inadempienza.
--------------------------
Funzioni di valorizzazione.
La valorizzazione del patrimonio culturale dichiarata materia nella quale le regioni esercitano la potest legislativa concorrente.
Anche a tale proposito il Codice prescrive il coordinamento tra i vari enti pubblici: al fine di assicurare il coordinamento delle attivit di valorizzazione il ministero, le regioni e gli altri enti pubblici territoriali concludono, di regola, appositi accordi o intese.
-------------------------
Autorizzazione per interventi.
Per realizzare un intervento edilizio in zona protetta si devono rispettare due condizioni: l'autorizzazione della soprintendenza e il conseguimento del titolo edilizio.
Il codice dei beni ambientali e culturali subordina ad autorizzazione, tra le altre ipotesi, la demolizione dei beni culturali, anche con successiva ricostruzione e anche l'esecuzione di opere e lavori di qualunque genere su beni culturali.
L'autorizzazione resa, di regola, sul progetto presentato dal richiedente, e pu dettare prescrizioni.
--------------------------------
Dia.
Il codice dei beni ambientali e culturali prescrive che qualora gli interventi autorizzati necessitino anche di titolo abilitativo in materia edilizia, possibile il ricorso alla denuncia di inizio attivit, nei casi previsti dalla legge.
A tal fine l'interessato, all'atto della denuncia, trasmette al comune l'autorizzazione conseguita corredata dal relativo progetto.

Pertanto lo schema della denuncia di inizio attivit non si ferma rispetto ai beni protetti.
------------------------
Autorizzazione paesaggistica.

Il Codice conferma il principio per cui vietato distruggere o apportare modifiche che rechino pregiudizio al valore paesaggistico oggetto di protezione.
Anche qui ci vuole l'autorizzazione preventiva, di cui il codice disciplina in maniera analitica tutto quanto l'iter.

Anche per i beni sottoposti a tutela paesaggistica-ambientale vale la regola della possibilit di avvalersi della denuncia di inizio attivit in campo edilizio.



news

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

03-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 DICEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news