LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - Cicelyn contro la Regione "Vuole distruggere il Madre"
ANTONIO TRICOMI
MERCOLEDÌ, 30 GIUGNO 2010 LA REPUBBLICA - Napoli

Polemica sui fondi, l´assessore respinge le accuse


Bollette non pagate: a luglio l´Enel staccherà i contatori "Il museo morirà"


«Vogliono distruggere il Madre? Se è così, lo dicano». Eduardo Cicelyn, direttore del museo di via Settembrini, in occasione dell´apertura della rassegna "Un´estate al Madre" (stasera con Enzo Avitabile e Mimmo Paladino nella chiesa di Donnaregina vecchia) punta il dito contro la Regione, proprietaria del museo attraverso la Fondazione Donnaregina: l´ente è gestito dalla Scabec, società per azioni di cui la Regione stessa detiene il 51 per cento e un gruppo di privati il restante 49. «La Regione - accusa Cycelin - ha smesso di onorare i suoi debiti. E la Scabec non ha più risorse per le anticipazioni di spesa. Abbiamo scritto due volte, nessuna risposta».
Il 22 giugno Cicelyn scrive infatti al presidente Stefano Caldoro, al vicepresidente e assessore ai Beni culturali Giuseppe De Mita e all´assessore all´Istruzione Caterina Miraglia. Chiedendo, «con una certa urgenza, l´istituzione di un tavolo di concertazione per valutare insieme una politica di riduzione del danno». Il 24 la seconda lettera, nella quale si rende noto che la Scabec «non sarà più in grado neppure di assicurare i pagamenti delle utenze del Museo e che pertanto potrebbe verificarsi il distacco delle utenze stesse entro la prima decade del mese di luglio». Se questo dovesse accadere, dice oggi Cicelyn, il Madre semplicemente morirà. «Se l´Enel staccherà i contatori il danno sarà irreparabile, l´impianto di climatizzazione si spegnerà e non potremo più garantire lo stato di conservazione delle opere». Questo, accusa Cicelyn, «è nichilismo istituzionale. Con il suo assordante silenzio la Regione si rende responsabile di un comportamento aggressivo e volgare. Non si è mai visto che un´istituzione si rifiuti di rispondere a un´altra istituzione. Devono capire che così il Madre muore, se ne devono assumere la responsabilità». La giunta Caldoro, accusa Cicelyn, «ha sequestrato le istituzioni».
Cinque giorni dopo la seconda lettera di Cicelyn, a rispondere è Caterina Miraglia, assessore regionale all´Istruzione con delega ai musei: «L´attuale amministrazione regionale è già impegnata sulle gravi questioni che interessano la Fondazione Donnaregina. E assumerà tempestivamente le decisioni più appropriate al fine di assicurare adeguata e rinnovata tutela alle attività culturali di interesse regionale, coniugandola tuttavia con l´ineludibile esigenza di rigore finanziario e di legittimità amministrativa. Appaiono perciò inutili se non inopportune - sottolinea l´assessore - le allarmistiche dichiarazioni rilasciate dal direttore della Fondazione, che tende a discreditare presso la pubblica opinione la nuova giunta, a cui non è imputabile alcuna inadempienza o ritardo».
Sul caso interviene anche Nicola Oddati, assessore comunale alla Cultura: «Nessuno si sognerebbe di negare alla nuova giunta regionale la legittimità e la libertà di avere una propria nuova politica culturale. E tuttavia l´allarme lanciato dal direttore del Madre non può passare sotto silenzio».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news