LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Semplificazione. Approvato il regolamento che riscrive l'iter per il rilascio delle autorizzazioni
14-06-2010 IL SOLE 24 ORE NORME E TRIBUTI - PROFESSIONISTI & IMPRESE - AUTONOMIE LOCALI E PA





Riparte lo sportello unico
Un solo interlocutore per dare l'avvio all'attività produttiva
Arturo Bianco
Con le nuove disposizioni per lo sportello unico per le attività produttive (Suap) il governo vuole velocizzare il rilascio delle autorizzazioni necessarie agli insediamenti produttivi e commerciali. Si riprende così, cambiandola radicalmente, l'esperienza nata con le leggi Bassanini, ma che fino a oggi non ha determinato significativi risultati concreti. Il regolamento adottato dal governo, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta, si ispira ai principi dettati dal Dl 112/08, prima manovra dell'attuale governo, e sostituisce le norme in vigore.
In primo luogo, le imprese interessate all'avvio, alla trasformazione, al potenziamento di un'attività produttiva dovranno dialogare esclusivamente con il Suap e non più con le varie amministrazioni. Nel regolamento sono comprese tutte le Pa, anche quelle «preposte alla tutela ambientale, paesaggistico territoriale, del patrimonio storico-artistico o alla tutela della salute e della pubblica incolumità», soggetti che generalmente determinano i maggiori ritardi nel rilascio delle autorizzazioni. Tutte le comunicazioni che le Pa devono trasmettere ai privati che hanno presentato istanza per un insediamento produttivo debbano essere effettuate da questa struttura.
Altra novità è la serie di supporti operativi agli imprenditori. Viene attivato il sito web «impresainungiorno» e si stabilisce il collegamento del portale e degli "sportelli" con il registro delle imprese. Con questi strumenti vengono messe a disposizione delle società tutte le informazioni di carattere generale utili, si effettua direttamente in capo al Suap il pagamento dei diritti dovuti dal privato, si impedisce di chiedere all'imprenditore i documenti già in possesso delle Pa, si danno al Suap tutte le informazioni sulle caratteristiche delle imprese eccetera. Si dispone l'attivazione delle agenzie per le imprese, strumenti privati di accreditamento previsti dal Dl 112/08, che aiuteranno i privati nei loro adempimenti.
Vengono revisionati i procedimenti di rilascio delle autorizzazioni da parte dello sportello, quello automatizzato e quello ordinario. Il primo in vigore tra sei mesi, il secondo tra un anno.
Il procedimento automatizzato è utilizzabile per i casi più semplici e prevede il ricorso alla dichiarazione di inizio attività, che deve essere presentata allo sportello o al registro delle imprese. Lo sportello unico compie in forma telematica una verifica formale e attiva il procedimento tra tutte le Pa interessate: su tale base l'impresa può, in base al tipo di attività, avviare subito l'attività o attendere 30 giorni. Entro tale termine lo sportello deve comunicare gli esiti delle attività di controllo effettuate dalle singole amministrazioni.
Per i casi più complessi si ricorre al procedimento ordinario. Esso prevede che il Suap entro 30 giorni (termine che può essere abbreviato dalle regioni) possa richiedere tutta la documentazione e le informazioni necessarie, dopo di che l'istanza è regolarmente presentata. Entro altri 30 giorni lo sportello comunale deve adottare il provvedimento finale o convocare, se necessario, la conferenza dei servizi, o provvedere a surrogare le altre Pa che non si sono espresse entro i termini.
Nei casi in cui lo strumento urbanistico non consenta, per carenza di aree idonee, il rilascio del provvedimento finale, l'impresa può chiedere la convocazione di una conferenza dei servizi per attestare il possesso di tutti gli altri requisiti e per acquisire l'assenso regionale alla sua variazione. Gli esiti della conferenza di servizio sono trasmessi al sindaco o al presidente del consiglio comunale perché siano portati alla prima riunione dell'assemblea elettiva per l'adozione della deliberazione. Ambedue i procedimenti prevedono l'obbligo per lo sportello di convocare, a richiesta dell'impresa, una riunione con tutte le Pa interessate. E ancora è stabilito che l'impresa comunica allo sportello la conclusione dei lavori, il che l'autorizza ad avviare la propria attività, mentre le varie amministrazioni – informate dal Suap – hanno 90 giorni per effettuare i controlli previsti dalle disposizioni in vigore.


Le novità
Unificazione nello sportello unico comunale di tutti gli adempimenti delle amministrazioni pubbliche per il rilascio di autorizzazioni agli insediamenti produttivi
Lo sportello unico è istituito dai comuni in forma singola o associata, anche con le camere di commercio
Se i comuni non lo istituiscono sono sostituiti dalla camera di commercio
Solo lo sportello unico può comunicare con le imprese
Le comunicazioni e la gestione devono essere effettuate solo con strumenti telematici
Le società potranno contare sul portale impresainungiorno e sul supporto delle Agenzie per le imprese
Sono previsti due procedimenti: quello automatizzato (tramite Dia) per i procedimenti più semplici e quello ordinario
Il procedimento automatizzato consente l'avvio della attività subito o entro 30 giorni
Il procedimento ordinario consente l'avvio della attività entro 60 giorni o alla conclusione della conferenza di servizio
I procedimenti automatizzati saranno avviati entro sei mesi e quelli ordinari entro un anno



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news