LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nuovi Uffizi: costi troppo alti, Isozaki pu attendere
REPUBBLICA Firenze 5 SET 2004



Nuovi Uffizi, i costi si sono rivelati pi alti di quelli previsti da Urbani. Congelati anche il ristorante e le sale delle sculture.


SALGONO i cost dei Nuovi Uffzi e manca la copertura finanziaria per la pensilina di Isozat, che slitta ad un secondo lotto e appalto dei lavori.
La stesura del progetto esecutivo per il raddoppio della Galleria gi pronto: sono in corso le verifiche per il bando di appalto, ma tre interventi verrebbero stralciati: oltre alla Loggia Isozaki, saltano ad un secondo tempo la realizzazione del ristorante -caffetteria alle Reali Poste e l'allestimento delle Sale delle sculture. Palazzo Vecchio chiede il rispetto dei programmi e degli accordi sottoscritti con il ministro Urbani: II progetto Isozaki contestuale a quello generale di tutta la Galleria e deve far parte dello stesso bando il ministro deve rispettare i patti sottolinea l'assessore Biagi.
Ieri si chiusa la campagna di scavi archeologici, e presto Piazza del Grano ospiter il cantiere per i lavori delle scale e degli ascensori dei nuovi collegamenti tra le ali degli Uffizi.


Mancano fondi, slitta la Loggia Isozaki
NUOVI Uffizi, buco nei finanziamenti. A conti fatti, in base al progetto esecutivo appena completato, mancano almeno 10 milioni di euro. I costi sono pi alti di quanto previsto dal programma presentato dal ministro Giuliano Urbani e dal direttore generale del ministero Roberto Cecchi il 24 febbraio di quest'anno, allora calcolati intorno alla cifra complessiva di 60 milioni di euro. Uno scarto che costringe i tecnici a stralciare alcuni interventi fondamentali dall'intero disegno: passano in seconda battuta, e quindi ad un successivo appalto, la nuova uscita
con la Loggia disegnata dall'architetto giapponese Arata Isozaki, l'ampliamento del nuovo ristorante-caffetteria previsto alle Reali Poste e l'allestimento nell'ala di ponente delle sale delle sculture.
Tagli e dilazionedei tempi per il completamento di questi tre progetti preoccupano non poco Palazzo Vecchio, che ha anticipato i fondi (con l'accordo Property-Benetton-ministero) per pagare il progetto esecutivo, purch fosse contestuale alla realizzazione della Loggia Isozaki.
Ho avuto conferma dai funzionari della soprintendenza dello stralcio della Loggia Isozaki dal piano complessivo della galleria a causa dell'aumento dei costi - spiega Gianni Biagi, assessore all'urbanistica di Palazzo Vecchio.
Gi il 10 agosto ho scritto una lettera al direttore Roberto Cecchi chiedendo chiarimenti su tutta l'operazione Nuovi Uffizi. Premesso che il Comune ancora non ha ricevuto il progetto o altra comunicazione pur essendo parte in causa come proprietario di alcune aree, faremo pressioni perch il progetto della Loggia rientri in quello complessivo e non sai oggetto di un secondo lotto di lavori o bando.
Biagi parte all'attacco. E sottolinea poi con ferrea determinazione che la richiesta gi contenuta negli accordi sottoscritti dal sindaco Domenici e dal ministro Urbani, si tratta di un impegno preciso che il ministro e il governo devono rispettare.
E precisa: Ci sta bene che la Loggia venga fatta per ultima, ma va messo in gara tutto il progetto complessivo, compresa la nuova copertura di Isozaki. Siamo stati leali, abbiamo fatto la nostra parte nell'interesse generale della citt anticipando i fondi per la progettazione, ora tocca a loro rispettare gli accordi.

Palazzo Vecchio preme, ma in soprintendenza viene confermato lo stralcio dei tre progetti e il loro rinvio ad un secondo tempo, con un altro bando e appalto in attesa di reperire i 10 milioni di euro mancanti. Il progetto dei Nuovi Uffizi quindi ai blocchi di partenza, ma perde alcuni pezzi. Tutta colpa dei ritardi, dei costi lievitati in anni di polemiche e rinvii dal cronoprogramma del maggio 2000 presentato dall'allora ministro dei Beni culturali Giovanna Melandri, che prevedeva la fine dei lavori a Natale 2004, ora slittata a oltre il 2007.
Intanto ieri si sono chiusi gli scavi archeologici e la campagna di saggi in Piazza dei Grano, e si annuncia imminente il bando di gara per i lavori strutturali
nell'edificio vasariano, con la realizzazione del blocco di scale e ascensori che collegher le due ali della galleria. Un appalto faraonico, pari a circa 60 milioni di euro, la cui bozza ora in visione all'avvocatura di Stato,
vista la cifra ingente mai toccata finora da programmi di lavori pubblici. Fatte le verifiche e completato il bando, verr ricoperta l'aera degli scavi e nella piazza, che in futuro dovrebbe ospitare la Loggia Isozaki, sar aperto invece il cantiere per l'esecuzione dei nuovi collegamenti verticali degli Uffizi.
Tutte le verifiche e decisioni verranno prese la prossima settimana negli incontri previsti con il direttore Cecchi e i tecnici
della soprintendenza. Entro il 15 settembre sar tutto deciso dicono in soprintendenza. Una settimana calda, in cui Palazzo Vecchio cercher di far rispettare gli accordi stilati con il ministro.
Il direttore Cecchi dovr prima o poi rispondere alla mia lettera - aggiunge l'assessore Biagi- Ci dovr rendere conto dello stato del progetto generale, loggia compresa per la cui realizzazione Palazzo Vecchio ha stanziato a suo tempo la met della cifra, pari a 6 miliardi e mezzo di vecchie lire.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news